Terni, M5S, Pd e Senso Civico contro i parlamentari della Lega: «Il territorio è in grande sofferenza e voi polemizzate sul nome di una piazza»

Giovedì 19 Novembre 2020 di Eugenio Raspi

Le opposizioni presenti nel consiglio comunale di Terni si affidano a una nota congiunta per esprimere il loro disappunto verso i parlamentari della Lega colpevoli, a loro dire, di portare avanti iniziative poco concrete e di facciata, senza badare alle vere problematiche che affliggono la città. Il riferimento è all’intitolazione di una piazza alla famiglia canonica composta da padre madre e figli.

"Mentre centinaia di famiglie ternane sono in casa con la spazzatura da settimane e centinaia di ternani attendono da giorni di avere comunicazioni da Asl e Comune sul loro stato di salute, mentre chiudono gli ospedali di Narni e Amelia e si monta un tendone vuoto al Santa Maria di Terni, con la sanità regionale in tilt e per una semplice analisi del sangue occorre attendere 20 giorni, i parlamentari della Lega non hanno da pensare che alla piazza di mamma e papà. Complimenti, bel modo di guadagnarsi i ventimila euro al mese!", dichiarano in una congiunta i gruppi consigliari di Movimento Cinque Stelle, Senso Civico e Pd.
"I parlamentari della Lega assenti su tante vicende ternane e umbre - vogliamo parlare delle farmacie pubbliche le uniche a non fare i test sul Covid o della ordinanza della Tesei che ha chiuso le scuole ? - battono un colpo sulla piazza alla famiglia che ci piace. Noi siamo contenti - proseguono i tre gruppi di opposizione - felici di essere profondamente diversi da loro. A noi ci piacciono tutte le famiglie nelle quali i figli e le figlie possono crescere sereni e accuditi.

I rappresentanti di M5S, Pd e Senso Civico si sentono in dovere «di ringraziare tutti i nonni, le nonne, le zie, gli uomini e le donne, che nella vita di tutti i giorni si prendono cura delle nuove generazioni, che magari suppliscono genitori venuti a mancare o non in grado di esercitare il loro ruolo, famiglie che al di là della loro composizione di genere si prendono cura della prole, così come degli anziani, che fanno il loro dovere pagando le tasse e svolgendo una funzione sociale e formativa che è alla base della società».

“Ai parlamentari della Lega che fanno le lezioni sulla famiglia ideale - ma esiste per davvero ? - chiediamo di rappresentare al meglio gli interessi di tutta la comunità Ternana, i problemi reali della vita di tutti i giorni. La priorità di Terni non è la piazza di mamma e papà e neanche quella dei cugini! Siamo stanchi di essere presi in giro da chi ci vuol far credere che i nodi veri a Terni siano i mendicanti presenti in città, le telecamere negli asili e nelle scuole, i presepi nelle aule consigliari. Un po' di serietà e sobrietà non guasterebbe".

 

Ultimo aggiornamento: 18:29 © RIPRODUZIONE RISERVATA