Suppletive per il collegio di Terni
il dopo Tesei entra già nel vivo

Saltamartini e Latini
2 Minuti di Lettura
Domenica 8 Dicembre 2019, 18:51

Nel duello tra i “Salta boys” e gli “Amici di Lallo” spunta anche la candidatura per le suppletive che si terranno a primavera per eleggere il senatore, o la senatrice, che sostituirà la governatrice dell’Umbria Donatella Tesei. Il braccio di ferro tra la commissaria della Lega Barbara Saltamartini e il sindaco Leonardo Latini non si sta consumando solo sul rimpasto di Giunta. Le distanze tra i due sembrano incolmabili, ma la politica può regalare colpi di scena da un momento all'altro. Si vedrà. Per ora, il tentativo di raffreddare gli animi messo in scena anche ieri dall'assessora Sara Francescangeli, non ha ancora prodotto il risultato sperato.

La Francescangeli rischia così di essere la prima “vittima civile” della guerra politica in corso tra la commissaria e il sindaco. Uno scontro che, come spesso accade, si consuma a Palazzo Spada, ma le attenzioni sono concentrate altrove. In questo caso, il focus è spostato sulla candidatura per il posto in Senato, che si è liberato con le elezioni della Tesei a presidente dell’Umbria. Tempi tecnici necessari, presumibilmente a primavera gli umbri, non tutti, ma solo quelli del collegio uninominale Umbria 2 (quello di Terni per capirci), saranno chiamati nuovamente alle urne.

Numeri alla mano, la città dell’acciaio farà inevitabilmente la differenza, per peso elettorale, rispetto a Foligno e Spoleto. Una partita che sembra essere già entrate nel vivo, almeno stando alle indiscrezioni raccolte dal Messaggero. Da quello che risulta, la commissaria Saltamartini pare orientata a candidare Nico Nunzi, l’ex vicesindaco di Otricoli che dopo aver lasciato la politica ha fatto un doppio balzo in avanti, prima braccio destro della Saltamartini, ora, responsabile organizzativo della Lega in Umbria. Per il sindaco Latini, invece, il nome su cui terni deve puntare è quello dell’assessora all'ambiente Benedetta Salvati. Altro scontro altro giro di giostra.

© RIPRODUZIONE RISERVATA