Ragazzi morti, minacce ed insulti
all'avvocato che difende il pusher

Giovedì 9 Luglio 2020
L'avvocato Massimo Carignani

TERNI Insulti e minacce rivolti sui social all'avvocato Massimo Carignani, che difende il pusher, Aldo Maria Tromboli, sottoposto a fermo dalla procura di Terni per la morte dei due ragazzi di 16 e 15 anni, trovati senza vita nei propri letti dai familiari martedì mattina. In suo difesa si è mosso l'ordine degli avvocati di Terni con un comunicato: "L’Ordine degli Avvocati di Terni, preso atto delle notizie diffuse dagli organi di stampa locale relative alle offese e alle minacce rivolte ad un proprio iscritto, reo di adempiere al proprio mandato difensivo, costituzionalmente previsto e garantito, esprime totale ed assoluta solidarietà e vicinanza al collega Massimo Carignani, avvocato stimato da tutto il Foro di Terni per la sua professionalità, cortesia ed educazione. V
Nell’esprimere profondo dolore per la tristissima vicenda che ha sconvolto l’intera comunità, vogliamo però ricordare all’opinione pubblica che la nostra società sta attraversando un momento ‘delicato’, se non proprio pericoloso, laddove si assiste, ormai troppo spesso, ad una tendenza di ‘svilimento’ del ruolo dell’avvocatura e della sua ‘nobile funzione’, quale ultimo baluardo contro le ingiustizie, contro le violenze, contro i soprusi e contro le illegalità. La libertà di difendere e il diritto di difesa dovrebbero essere compresi da tutti i cittadini e noi avvocati continueremo liberamente a svolgere la nostra funzione, che nessuna deriva potrà negare”.

Ultimo aggiornamento: 15:51 © RIPRODUZIONE RISERVATA