Terni, delegato alla sostenibilità ambientale
e sviluppo circolare
la svolta sostenibile della Cisl

Sabato 27 Ottobre 2018
Sostenibilità senza dubbio ambientale, ma anche economica e soprattutto sociale. La centralità della persona nella sua qualificazione professionale e sociale rimane il parametro di selezione delle scelte sindacali e dovrebbe esserlo per tutta la comunità locale. Sono questi i temi emersi dal convegno organizzato dalla Cisl a Terni, sul tema del lavoro dignitoso. “Da questo primo appuntamento –afferma Riccardo Marcelli, Segretario regionale Cisl Umbria- scaturiranno progetti, programmi di lavoro, definizione di obiettivi per recuperare la fiducia nel nostro presente e nel nostro futuro, per il futuro di Terni e dell’Umbria”.


Una iniziativa ricca di spunti ma anche di proposte e un auspicio, quello espresso da Riccardo Marcelli: “Abbiamo messi insieme tutti gli attori, sindacato, imprenditoria, politica, nelle diverse espressioni locali ed europee dimostrando come la nostra terra sia già espressione di buone prassi per il lavoro dignitoso l’innovazione e l’economia circolare. Raccontarle è stato utile. Utilizzarle mettendole in pratica sarebbe quanto mai opportuno. Per il benessere e la crescita dei lavoratori delle imprese. Chi ha a cuore le sorti del comprensorio deve cominciare un dialogo serio e costruttivo che porti all’elaborazione di un progetto capace di rilanciare il tessuto produttivo per il benessere della comunità”. 

Paolo Zanella Come? Paolo Zanella Direttore Opx di Acciai Speciali Terni se da una parte racconta la sfida per applicare la lean transformation alla siderurgia, dall’altra rivela come l’Azienda di viale Brin sia all’avanguardia per le certificazioni ambientali ma anche energetiche, dichiarando che il 30 per cento della movimentazione delle merci viene effettuata via ferrovia, contro una media nazionale che si attesterebbe al 5 per cento (un altro 15 per cento avviene via nave). “Ciò di conseguenza conferma la necessità di promuovere una volta per tutte l’operatività della Piastra logistica di Maratta –sottolinea Angelo Manzotti, Coordinatore Cisl di Terni- con annessi tutti i servizi. La città diminuendo ulteriormente la movimentazione dei camion ne beneficerebbe in termine di qualità con ricadute positive sui cittadini”. 

Inquinamento. Il riferimento è quindi all’inquinamento. Su questo argomento durante l’iniziativa della Cisl è stata illustrata è la start-up italiana Airlite, che grazie all’utilizzo di una tecnologia brevettata che si applica come una pittura, riesce a ridurre gli inquinanti nell’aria fino al 88,8% utilizzando l'energia della luce, mantenendo freschi gli ambienti senza dover utilizzare gli impianti di condizionamento. A presentare la star-up Massimo Spernanzoni, Ceo di Airlite che ha studiato al Liceo scientifico Galilei di Terni. 

Stazione di servizio E sempre dall’Umbria parte l’idea di modificare il concetto di stazione di servizio che in un futuro che prevede la presenza sempre maggiore di auto elettriche, dovrà cambiare il proprio concetto di lavoro da fornitore di carburante a fornitore di batterie. Secondo Pierluigi Cernieri di Sistematica Gruppo Smre questo dovrà prevedere anche una formazione scolastica attinente, promuovendo fin da subito i tecnici per l’officina verde, magari allestendo un nuovo corso di Its. In questo caso l’alleanza è tra il distretto dell’automotive di Umbertide con l’Asm che gestendo rifiuti ed energia potrebbe rappresentare il valore aggiunto per aprire nuovo modello di sviluppo sostenibile.

Formazione E sulla formazione si è soffermato l’assessore regionale Fabio Paparelli ricordando come in Regione si sia aperto anche un Tavolo sull’ambiente che prevede il coinvolgimento delle forze sociali, mentre l’assessore all’ambiente del comune di Terni Benedetta Salvati si è trattenuta sul risanamento ambientale, sostenendo la posizione del sindaco Leonardo Latini su lavoro dignitoso anche nei processi di innovazione. Quell’innovazione che Mario Basile e Giuseppe Consentino di Erg hanno ribadito di promuovere proprio nel bacino idroelettrico umbro che potrebbe essere utilizzato sotto il profilo di marketing magari rilanciando la discussione pure sul teleriscaldamento. 

Generatività sociale La professoressa Cristina Montesi partendo dalla riflessione sull’attualità della Grande trasformazione dell’economista Karl Polanyi ha sottolineato come Terni sia pronta per la generatività sociale accogliendo l’invito della Cisl per la promozione delle imprese che sostengono la sostenibilità ambientale, economica e sociale.

Montserrat La presenza di Mir Roca Montserrat segretario confederale dell’Etuc Ces, sindacato europeo, ha permesso per la prima volta la presentazione della guida per i sindacalisti “Coinvolgere i sindacati nella lotta contro il cambiamento climatico per creare una giusta transizione”, tradotta in italiano. “Il sindacato –afferma Mir Roca Montserrat deve avere un coinvolgimento crescente nella pianificazione delle politiche sul clima. E la proposta arrivata da Terni di creare la figura del delegato all’ambiente è positiva, è il segno che ci sia una reale consapevolezza al ruolo attivo che può svolgere in questo processo”.

Conclusioni Le conclusioni sono state affidate ad Angelo Colombini, Segretario confederale Cisl nazionale: “Quale sarà l’impatto sulla forza lavoro?  La transizione verso un’economia più ecologica influenzerà, anzi come testimonia la giornata ternana, sta influenzando numerosi settori conducendo alla creazione di posti di lavoro totalmente nuovi. Per questo vogliamo sviluppare un percorso per progetti di sviluppo nella sostenibilità capace di impegnare le singole strutture della Cisl, compresi i delegati nei posti di lavoro, per incarnare la sostenibilità nelle attività quotidiane e per fondare sulla sostenibilità le nostre scelte verso il futuro”. Ultimo aggiornamento: 13:59 © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Lo squillo di Vasco

di Marco Molendini