Terni, blitz contro il tifo violento
15 daspo ai tifosi della Ternana

Lunedì 22 Giugno 2020
Il procuratore Alberto Liguori

TERNI - Quindici Daspo e 16 sanzioni amministrative per 20mila euro nei confronti di ultras della Ternana. E' il bilancio della vasta operazione contro il tifo violento portata a termine della questura in stretta sinergia con  la procura e illustrata in una conferenza stampa dal questore, Roberto Massucci e dal procuratore, Alberto Liguori. Sotto la lente d'ingrandimento degli investigatori gli episodi a margine delle partite dei rossoverdi con Avellino e Rende. I divieti di accesso alle manifestazioni sportive sono stati disposti dopo che il 23 ottobre, al termine della partita tra Ternana e Avellino, un gruppo di sostenitori locali ha tentato di aggredire il convoglio dei tifosi avellinesi in quel momento ancora all'interno del settore ospiti. Travisati e con in mano delle aste di ferro, gli ultras fecero esplodere un petardo e accesero diversi fumogeni. In quei momenti concitati si scagliarono contro un mezzo della polizia e poi sparirono nel nulla. L'indagine della digos ha consentito di identificare i 15 tifosi tifosi della Ternana responsabili degli episodi violenti. Hanno tra 17 e 40 anni e per loro è scattato il divieto di assistere a manifestazioni sportive.  Le 16 sanzioni amministrative per un totale di 20mila euro sono legate al corteo non autorizzato che, in occasione della partita Ternana-Rende, aveva creato problemi al traffico e messo a rishcio l'incolumità sia dei passanti, sia degli automobilisti, sia degli stessi ultras che avevano occupato una strada ad alta densità di traffico come viale dello Stadio. 

Ultimo aggiornamento: 12:36 © RIPRODUZIONE RISERVATA