Terni, l'assessore Cecconelli svela: «Musei e sito di Carsulae aperti per Pasqua»

Terni, l'assessore Cecconelli svela: «Musei e sito di Carsulae aperti per Pasqua»
di Aurora Provantini
3 Minuti di Lettura
Venerdì 15 Aprile 2022, 04:00

TERNI - «Possiamo tornare a vivere la prima Pasqua dopo la pandemia visitando i luoghi della cultura in città e nel suo comprensorio». L’assessore alla cultura Maurizio Cecconelli invita tutti al Caos e all’area archeologica di Carsulae. Perché la cultura non si concede pause. Neanche per Pasqua. «I musei cittadini nel complesso del Caos resteranno aperti – annuncia Cecconelli – e la sala Ronchini ospiterà un evento dedicato ai bambini di età compresa tra i 6 e gli 11 anni». Sabato 16 aprile, dalle ore 17,30 alle 20, i più piccini potranno prendere parte al laboratorio didattico dedicato alla mostra Iconoplast, di Bonaventura e Muliere: uno spazio “arredato” un mese fa dalle due artiste, con specie animate che si nutrono di rifiuti plastici. Installazioni che fanno parte di una delle cinque mostre della stagione “Inside the Caos”, che punta alla riscoperta dei sensi dell’arte. In quell’ habitat ancestrale e futuristico, colorato e attraente, le bambine e i bambini avranno l’occasione di stare insieme, di giocare insieme e di immaginare insieme scenari futuri. Il giorno di Pasquetta, invece, la direzione del Caos guarda alle famiglie: i ternani e i turisti che desiderino trascorrere un lunedì dell’Angelo diverso da quelli passati, potranno partecipare ad una originalissima “Caccia al tesoro”.

Piccoli indovinelli guideranno i visitatori nelle sale espositive del museo di arte contemporanea Aurelio De Felice e del museo archeologico Claudia Giontella. E porteranno a casa anche un “tesoro” inaspettato. Mentre la domenica i musei resteranno aperti sia di mattina (dalle 10 alle 13) che di pomeriggio (dalle 17 alle20), il lunedì, con la “Caccia al tesoro”, il Caos alzerà le saracinesche dalle 17 alle 20.

«Considerato il clima mite, abbiamo deciso di tenere aperto anche il sito di Carsulae - segnala l’assessore Cecconelli - immerso in un bellissimo paesaggio naturale». Sono tornati i turisti nell’Umbria del Sud. E sono arrivati anche a Terni. Molti hanno già prenotato una visita storico cultuale a Carsulae sia per il giorno di Pasqua che di Pasquetta. L'orario di apertura della biglietteria della “Pompei dell’Umbria”, per sabato, domenica e lunedì, sarà 8, 30-13 e 14 -18,30. «Lo scorso fine settimana il flusso di visitatori è stato di poco inferiore a quello dello stesso periodo del  2019 - aggiunge l'assessore - segno che la rinascita ha avuto inizio e che i nostri assi vanno tirati adesso. In gran parte sepolta e ancora misteriosa, la città fantasma a due passi dal borgo di Cesi offre la possibilità di percorrere un viaggio nel tempo lungo duemila anni. E siccome, dopo due anni di limitazioni negli spostamenti, si torna a festeggiare la Pasqua “dal vivo”, abbiamo deciso di restare aperti anche il porssimo fine settimana con tanto di visite guidate».

© RIPRODUZIONE RISERVATA