MALTEMPO

Terni, allagamenti e alberi caduti: M5S annuncia
esposto. Lega: «Propaganda nascosta da ambientalismo»

Domenica 30 Agosto 2020 di Lorenzo Pulcioni

Crollo di alberi, allagamenti, le strade di Terni che diventano torrenti nell'ultima domenica di agosto. Il gruppo consiliare del Movimento 5 Stelle annuncia un esposto per chiedere di valutare le eventuali responsabilità del Comune di Terni. «Di Girolamo non governa più da oltre due anni, ma oggi come ieri poco è cambiato con la giunta Latini. La Lega ha completamente abbandonato la manutenzione e la pulizia dei tombini, intanto a Terni sono stati tagliati centinaia di alberi probabilmente in buona salute salvo poi lasciare il verde pubblico e la città in balia degli eventi atmosferici ed eventuali pericoli. Questo capita quando i tagli avvengono senza alcun criterio e senza nessuna valutazione che rientri in un vero piano della gestione del verde, un piano fatto da esperti con opportune qualifiche e con i migliori strumenti tecnologici a disposizione. Ricordiamo che un albero adulto ha un impatto sull'ambiente e sulla salute dei cittadini imparagonabile rispetto ad un arbusto appena impiantato» scrivono i consiglieri pentastellati.

Sulla questione arriva anche una nota del PD: «Quanto accaduto oggi rispetto agli alberi caduti in città, fa seguito agli episodi di villaggio Matteotti e del parco La Passeggiata delle scorse settimane. Non è altro che la conseguenza di ventiquattro mesi di psicodrammi, sulla tormentata gara del verde aggiudicata a giugno 2020 dopo due anni di amministrazione Latini. Ritardi ed inadempienze che avrebbero potuto garantire interventi sugli alberi pericolosi laddove necessari a seguito di mappature e perizie, piantumazioni sostitutive, sfalci dei parchi divenuti giungle urbane, spollonature e quanto altro. Gran parte degli interventi fatti finora ancorché insufficienti sono stati fatti per la gran parte con fondi stanziati all'uopo dalla precedente amministrazione sulla quale la giunta Latini scarica solo critiche» scrivono Francesco Filipponi e Tiziana de Angelis del Partito Democratico.

Il gruppo consiliare della Lega sostiene l'operato della giunta Latini. «Il programma 'Terni verde 2018-2020' ha permesso la piantumazione, in città, di un numero di alberi superiore a quello che è stato tagliato. E' fondamentale continuare la strada intrapresa da questo esecutivo per evitare tragedie causate dalla caduta di arbusti per maltempo. A Terni oggi è stata sfiorata, tanti errori di programmazione a riguardo, figli di una politica agronomica sbagliata di molte città italiane dei primi anni 70. Il buon governo e la lungimiranza di questa amministrazione sta andando nella giusta direzione, valutando le criticità ed intervenendo tempestivamente nel riscrivere la mappatura degli alberi della città. Chi strumentalizza tutto questo, trincerandosi dietro l'ambientalismo, fa solo propaganda senza conoscere la realtà, oppure mente sapendo di mentire, ma non rallenterà di certo l'azione di risanamento di Terni».

© RIPRODUZIONE RISERVATA