Ternana verso il derby, nella sfida al Perugia c'è il sostegno del coro dei campioni

Ternana verso il derby, nella sfida al Perugia c'è il sostegno del coro dei campioni
di Paolo Grassi
4 Minuti di Lettura
Venerdì 16 Settembre 2022, 09:07

Terni, il derby e la Ternana. Per i rossoverdi, in vista del match col Perugia, ecco il sostegno dei suoi illustri concittadini, campioni di altri sport. Atleti che hanno vinto titoli nazionali, europei e mondiali. Loro portano alto il nome di Terni nel mondo e sperano che la Ternana porti alto il nome di Terni nell'Umbria. Alessio Foconi, asso della scherma, fiorettista più volte iridato e numero 1 al mondo, ha ricevuto di recente dai tifosi la tessera del Nucleo storico 1981 e aspetta con trepidazione il derby. «Per dirla con "Star Wars" - dice - sento un tremito nella forza molto positivo. Siamo tutti in fibrillazione. La Ternana, dopo la vittoria a Parma, mi è parso che abbia preso fiducia. Ciò potrebbe far valere quel qualcosa in più che ha questa squadra. E poi, il tifo si farà strasentire. La tessera del Nucleo storico? Spero sia di buon auspicio». Incita le Fere con il suo celebre, stavolta moltiplicato per tre: «Daje! Daje! Daje!». Come Foconi, è pronto a tifare Ternana, da lontano, anche Danilo Petrucci, negli Stati Uniti per giocarsi il titolo del MotoAmerica e al quale in passato, quando vinse al Mugello nella MotoGp 2019, portò bene tenere nel paddock una sciarpa rossoverde. Terrà un orecchio al derby. A proposito di iridati, ecco Matteo Tonelli, campione del mondo Under 23 nel canottaggio: «Faccio il più grande augurio per una vittoria sul Perugia, ma anche per un pronto ritorno in serie A delle Fere. Spero che la squadra ce la metta tutta e tiri fuori la grinta». Poi, un primatista mondiale, Fabrizio Pagani, recordman di apnea subacquea e immersione, categoria disabili: «Alla Ternana auguro di giocare il derby nella massima concentrazione e nell'affiatamento di tutta la squadra. L'importante sarà divertirsi e farlo nel modo migliore. Anche con la vittoria». Francesco Mattiangeli è iridato di subbuteo, il calcio da tavolo, giocando le sue gare con le miniature delle Fere: «Mi aspetto - dice - un bel derby e spero che vinca la Ternana. Sarà una partita vibrante. Il Perugia venderà cara la pelle, ma spero che Lucarelli e i ragazzi sappiano dare il meglio». Anita Pazzaglia, karateka che porta alto il nome di Terni nel mondo, non è propriamente un'assidua delle domeniche pallonare, ma la sua spinta la fa sentire: «Non seguo tanto il calcio, però tiferò per la squadra della mia città. Spero che i giocatori diano il massimo e sappiano rappresentare al meglio tutti noi». Restando nelle arti marziali, Jonathan Molfino si sta allenando per il mondiale master di lotta, ma con la Ternana ha un legame speciale, visto l'aiuto economico ottenuto dal presidente Stefano Bandecchi per l'attività del suo gruppo. «Non sto seguendo il campionato perché mi sto preparando al mondiale - dice - ma anche per la grande gratitudine verso il presidente, non posso che avere, a nome anche del gruppo, la speranza di vincere il derby. Noi siamo vicini alla Ternana». «Il derby umbro è sempre molto sentito - aggiunge Matteo Santi, azzurro e campione di tiro con l'arco - e mi aspetto una grande partecipazione. Sugli spalti, sarà spettacolo. Speriamo che tutto fili liscio e la Ternana disputi una buona prestazione». Alessio Rossi, pluriscudettato di pattinaggio, sarà in curva: «Vado alla Nord. Spero che la Ternana faccia bene. Siamo ancora all'inizio e le squadre devono tutte ancora consolidarsi, quindi la differenza può farla il fattore emotivo». Per Lucarelli e i suoi, questo è il coro dei campioni di Terni.

© RIPRODUZIONE RISERVATA