Tartufai in guerra per la sicurezza:
«Ci mandano nei boschi quando si spara»

Tartufai in guerra per la sicurezza: «Ci mandano nei boschi quando si spara»
di Riccardo Gasperini
2 Minuti di Lettura
Sabato 28 Settembre 2013, 23:10 - Ultimo aggiornamento: 29 Settembre, 12:24

PERUGIA - Un occhio al cane e un orecchio rivolto ai colpi delle doppiette nel giorno in cui inizia la raccolta del tartufo bianco. Questo faranno oggi i soci dell’Asd Tartufai Il Perugino, società che ha lanciato un grido di preoccupazione per la concomitanza dell’apertura della raccolta del tartufo bianco con un «intervento straordinario di contenimento della specie cinghiale». Una concomitanza che fa preoccupare. «Un assoluto elemento di pericolosità» dicono i vertici dell’associazione di Ponte Felcino, il presidente Giuseppe Rondini ed il segretario Leandro Betti. «Non contestiamo chi caccia ma chi ha preso questa decisone che rappresenta un elemento di pericolosità per i nostri iscritti. Non possiamo andare a raccogliere tartufi in mezzo a boschi mentre si spara. E’ noto che l’ultima domenica di settembre è la data fissata per la raccolta del bianco, è stabilito con la legge regionale numero 8 del 26 maggio 2004». L’intervento straordinario di caccia è stato annunciato qualche giorno fa dalla Provincia secondo cui «tenendo conto della grave situazione relativa ai danni causati da cinghiali alle produzioni agricole», ha ritenuto necessario predisporre «un intervento straordinario di contenimento della specie cinghiale nel giorno 29 settembre, autorizzando le squadre cinghialiste iscritte nei registri degli Atc Perugia 1 e 2. Il contenimento - prosegue la nota - sarà effettuato all’interno dei settori assegnati a ciascuna squadra e tali azioni saranno svolte alla presenza di guardie giurate venatorie».

Insomma un’apertura straordinaria a fin di bene che però preoccupa, e non poco.

Intanto da Ponte Felcino l'Asd Il Perugino informa che sono oltre 80 i partecipanti al settimo Corso di formazione micologica che si chiuderà il 18 ottobre. Alla consegna degli attestati, come ha ricordato la società, sarà presente anche l'assessore regionale Cecchini.

© RIPRODUZIONE RISERVATA