Su il sipario sulla seconda parte della stagione del "Mancinelli" di Orvieto. Si comincia con Drusilla Foer e con mini abbonamenti scontati

Su il sipario sulla seconda parte della stagione del "Mancinelli" di Orvieto. Si comincia con Drusilla Foer e con mini abbonamenti scontati
di Monica Riccio
4 Minuti di Lettura
Mercoledì 26 Gennaio 2022, 01:05

Drusilla Foer, Yari Gagliucci, Veronica Pivetti, Paolo Conticini, Nancy Brilli e Chiara Noschese. Sono questi i grandi nomi dello spettacolo che si preparano a salire sul palco del Teatro “Mancinelli” di Orvieto per il “secondo tempo” della stagione di prosa che riprenderà a febbraio e che propone una promozione speciale pensata dal comune e dalla direzione artistica per incentivare il pubblico a tornare a riempire il teatro in tutta sicurezza.

I primi centocinquanta posti in platea e nei palchi del I ordine – questa l'offerta #tuttialmancinelli - per tutti e cinque gli spettacoli saranno messi in vendita a 75 euro, ovvero con uno sconto del 40% rispetto ai singoli biglietti. L'avvio delle vendite dei mini abbonamenti e dei biglietti singoli è cominciato lunedì con una partenza che migliore non poteva essere: sono stati infatti quasi un centinaio i mini abbonamenti venduti su 150 disponibili, inoltre sempre da lunedì è iniziata la prevendita on line per il primo spettacolo che vedrà sul palco del “Mancinelli” Drusilla Foer, platea e primo ordine sono al completo complice chissà anche l'ufficializzazione della sua presenza a San Remo. L’irriverente cantante, attrice e autrice toscana Drusilla Foer, alter ego dell'attore e cantante fiorentino Gianluca Gori, e il suo divertente recital “Eleganzissima” apriranno, venerdì 18 febbraio, la seconda parte di “Chi è di scena” la stagione del cartellone 21/22 del Mancinelli che porta la firma del direttore artistico Pino Strabioli.

Il 20 febbraio sarà la volta di Yari Gagliucci che con “L’ombra di Totò” racconta una versione inedita del Principe della risata visto dalla sua storica controfigura. Il 13 marzo torna a Orvieto Veronica Pivetti con la commedia show “Stanno sparando sulla nostra canzone” mentre l’8 aprile toccherà agli aneddoti e alle canzoni di Paolo Conticini ne “La prima volta”. Chiusura tutta al femminile con Nancy Brilli e Chiara Noschese, sorelle gemelle in “Manola”, lo spettacolo tratto dal libro di Margareth Mazzantini.

Cinque spettacoli di grande appeal che fanno da seguito al grande successo ottenuto dalla prima parte della stagione: «Considerata la situazione del teatro in Italia, dove la ripartenza non è stata affatto facile da nessuna parte – commenta il direttore artistico del Teatro Mancinelli, Pino Strabioli – il bilancio della prima parte è comunque più che positivo a partire dal doppio sold out di Vincenzo Salemme, e dall’apprezzamento riscontrato per le proposte di due prime donne dello spettacolo come Monica Guerritore ed Elena Sofia Ricci. Nel secondo tempo della stagione – prosegue – torneremo alla formula di una sola data per spettacolo e proponiamo un ampio panorama che riflette quello che c’è oggi nel nostro Paese: dal teatro sperimentale e innovativo di Drusilla Foer a quello più popolare di Paolo Conticini passando per due volti noti e amati del cinema e della tv come Nancy Brilli e Veronica Pivetti».

«Dopo un inizio faticoso – le parole della sindaca e assessora alla Cultura, Roberta Tardani – la gente si sta riabituando pian piano a tornare a teatro. Orvieto ha bisogno del Mancinelli e il Mancinelli ha bisogno degli orvietani che ora più che mai hanno l’occasione per dimostrare concretamente, e non solo a parole, l’amore per il nostro teatro».

© RIPRODUZIONE RISERVATA