Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Sting a Uj 2022? Il toto-Arena si
accende. Tra i primi nomi annunciati
Tom Jones, Jamie Cullum e la Krall

Sting a Uj 2022? Il toto-Arena si accende. Tra i primi nomi annunciati Tom Jones, Jamie Cullum e la Krall
di Michele Bellucci
4 Minuti di Lettura
Mercoledì 16 Marzo 2022, 16:35 - Ultimo aggiornamento: 16:37

PERUGIA - Dalla tigre del Galles Tom Jones alla star internazionale Jamie Cullum, passando ovviamente da vere icone del jazz come Diana Krall: il cartellone di Uj 2022 inizia a comporsi con l'annucio dei primi concerti in programma all'arena Santa Giuliana, in attesa che venga ufficializzato l'intero programma dell'edizione che si svolgerà dall’8 al 17 luglio. Ad aprire l’edizione 2022 di Uj sarà la cantautrice inglese Joss Stone, già vincitrice di un premio Grammy e di due Brit-Award, che presenterà al pubblico i brani del suo ultimo lavoro “Never Forget My Love”, realizzato in collaborazione con Dave Stewart degli Eurythmics. La serata verrà scaldata dagli idoli di casa, i Funk Off, che saliranno sul palco accompagnati da un’altra stella come il chitarrista americano Mark Lettieri: già noto al pubblico del festival in qualità di membro degli Snarky Puppy, con l’ultimo album da solista ha ricevuto una nomination ai Grammy Awards.

Non ancora ufficializzato il nome di chi si esibirà sabato 9 luglio ma in molti si attendono una sorpresa memorabile: c’è chi è pronto a scommettere che Carlo Pagnotta stia lavorando per replicare il live già fissato a Montreux (nonostante il Festival transalpino annuncerà la line-up solo prossimo il 13 aprile, ndr) che dovrebbe vedere insieme Lionel Richie e Lenny Kravitz. Quest’ultimo doveva esibirsi ad Uj nel 2020, nell’edizione poi annullata a causa del Covid, mentre Richie è una delle leggende che manca al palmares del Festival. In realtà c’è spazio per molte sorprese, dato che non sono ancora noti gli ospiti nelle date del 10, 12, 13 e 14 luglio. Molti sognatori hanno notato un “buco sospetto” nel tour europeo di Sting, che il 13 sarà in Belgio e il 15 in Austria. In zona nello stesso periodo ci sarà anche Ben Harper, un altro concerto mancato del 2020; medesima cosa per Anita Baker, che la prossima estate proporrà il suo “Farewell tour” in giro per l'Europa. Ma si vocifera anche la possibilità che sbarchi all'Arena Robert Plant con Alison Krauss, già annunciati a Lucca. Di ufficiale c'è l'annullamento del concerto previsto per il 10 luglio: il virtuoso della fisarmonica Richard Galliano si sarebbe dovuto esibire in duo con il maestro della chitarra e del pianoforte di origini brasiliane Egberto Gismonti: l'annullamento del tour è stato causato da un'indisposizione di quest'ultimo. Confermata per quella serata l'esibizione di Cimafunk, rapper e soulman cubano già arrivato a Perugia l’estate scorsa ma costretto ad annullare all’ultimo momento per un caso di positività al Covid nel suo staff.

L’11 luglio esordio a Uj per Christone Ingram, aka Kingfish, giovane chitarrista del Mississippi che con un debutto fulminante ha letteralmente aggredito la scena internazionale del blues, richiamando alla memoria addirittura mostri sacri come B.B. King, Jimi Hendrix e Prince. Nella stessa serata si esibirà anche Jamie Cullum, artista di fama planetaria già in line-up nel 2020. Prevendite attive anche per gli altri due nomi già ufficializzati: venerdì 15 toccherà alla vincitrice di due Grammy, dieci Juno Awards, nove Dischi d’Oro, tre di Platino e sette Multiplatino, Diana Krall, mentre sabato 16 andrà in scena l’attesissimo show di Tom Jones. I biglietti sono acquistabili sul sito ufficiale del festival. 

Intanto ultimi giorni per candidarsi come autore del manifesto ufficiale della prossima edizione: fino alle 18.00 del 21 marzo è infatti possibile presentare la propria opera inedita, inviandola all’indirizzo info@umbriajazz.com inserendo nell’oggetto “Proposta Manifesto Umbria Jazz 22”; l’opera che verrà selezionata dalla Fondazione di Partecipazione Umbria Jazz sarà presentata in occasione della conferenza stampa ufficiale. Maggiori informazioni su umbriajazz.com.

© RIPRODUZIONE RISERVATA