«Sistema Bct»: lo scambio della biblioteca di Terni con Arpa Umbria per collaborare

Mercoledì 11 Novembre 2020 di Beatrice Martelli
Foto dal sito ufficiale del Comune di Terni

Luce verde per la proposta del vicesindaco e assessore alla Cultura Andrea Giuli per ampliare l’orizzonte del progetto «Sistema Bct». Verde in tutti i sensi: a collaborare con l’istituzione cittadina della Biblioteca Comunale, infatti, stavolta sarà la biblioteca Arpa Umbria. Dall’Agenzia Regionale per la Protezione Ambientale sarà messa a disposizione una miniera di testi in materia di ambiente, campo in cui la biblioteca è naturalmente specializzata. Inquinamento, questioni energetiche, biodiversità, ma anche agricoltura e economia, passando per l’educazione ambientale e le scienze sociali: i campi di interesse che la biblioteca Arpa copre sono più vari di quanto ci si possa aspettare; e nel catalogo ci sono sia monografie sia documentari. L’accordo di collaborazione è semplice: la Biblioteca Comunale si impegnerà per il lavoro di catalogazione dei nuovi acquisti di materiale documentario ottenuti dalla biblioteca Arpa e, in cambio, potrà acquisirne il 30% del materiale. A spiegare le motivazioni alla radice di questo ampliamento è proprio Andrea Giuli: «In un momento in cui le risorse finanziare dedicate all’acquisto di materiale documentario sono esigue, la capacità di rafforzare relazioni e valorizzare il patrimonio della città diventa una risorsa imprescindibile e consente di attingere ad un patrimonio librario che altrimenti non sarebbe stato possibile detenere». Le altre biblioteche frutto del progetto «Sistema Bct» sono «Biblioluna» nella IV circoscrizione, la biblioteca all'interno del Caos, la biblioteca Apav e la biblioteca  «Nelson Mandela» del Centro per i diritti umani e civili; sono nate dalla collaborazione tra privati, istituti scolastici e associazioni. Da oggi, in città, c’è un’iniziativa in più a promuovere la lettura.

© RIPRODUZIONE RISERVATA