Elezioni 2018, nel rush finale
a Terni arrivano i big della politica

Elezioni 2018, nel rush finale a Terni arrivano i big della politica
2 Minuti di Lettura
Venerdì 23 Febbraio 2018, 17:57 - Ultimo aggiornamento: 27 Febbraio, 20:56

TERNI  Dopo un inizio di campagna elettorale a volume basso, la prossima settimana a Terni sono in arrivo i big della politica per sostenere i loro candidati.

ANTONIO TAJANI Il Presidente del parlamento europeo Antonio Tajani è atteso in città il prossimo 26 febbraio, per un incontro in Confindustria alle 11.30. 

PIETRO GRASSO L’ex presidente del senato Pietro Grasso sarà ospite di un’assemblea pubblica organizzata da LeU, domenica 25 febbraio alle ore 17 presso l’hotel Michelangelo. Si parlerà di lavoro, diritti e innovazione per Terni e l’Umbria.

CARLO CALENDA Il ministro dello sviluppo economico Carlo Calenda è atteso per il 2 marzo (ore 18 sala convegni Arpa, complesso Il Tulipano, via Dalla Chiesa) per parlare dell’area di crisi complessa e dei potenziali benefici per il territorio ternano-narnese alla luce della firma del decreto, attesa per i prossimi giorni.

MATTEO SALVINI Il leader della Lega, Matteo Salvini arriverà a Terni lunedì 26 febbraio (ore 10.30 hotel Valentino). Fra i temi, il dissesto del Comune di Terni, la crisi politica che ha portato alle dimissioni del sindaco Di Girolamo e la situazione socio-economica del ternano.

CESARE DAMIANO «La siderurgia deve essere inserita tra i settori strategici del nostro Paese»: a dirlo è Cesare Damiano, candidato al collegio uninominale della Camera per il Partito democratico, intervenendo oggi in merito alla situazione dell'Ast. «Quello dell'acciaio - ha sostenuto Damiano - è un comparto fondamentale, non solo per 
Terni ma per tutta Italia. E solo inserendolo nei settori strategici potrà essere tutelato al meglio, per evitare rischi di perdita dei livelli occupazionali in primis e di abbandono del territorio da parte delle grandi imprese. Anche perché dobbiamo tenere sempre alta l'attenzione sull'operato delle multinazionali: non possono licenziare, come sta succedendo in queste ore con il caso Embraco, per il timore di perdere punti in Borsa. Dobbiamo riscrivere le regole della globalizzazione». Per questo il candidato del Pd spiega che, se sarà eletto, come prima questione affronterà proprio quella della siderurgia.

PIU' EUROPA L'Associazione "Cittadini Liberi" organizza, per il giorno 28 Febbraio alle ore 17.30 presso l'Hotel Michelangelo a Terni, in collaborazione con i rappresentanti della lista +Europa Umbria, l'evento "Sempre più straniero? Dalla campagna #EroStraniero alle nuove sfide dell'accoglienza, dell'integrazione, della cittadinanza, a Terni e in Umbria".

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA