Raccolta differenziata, tariffa puntuale
Partita la sperimentazione in due condomini

Mercoledì 1 Luglio 2020
La fase di rodaggio durerà mesi, ma l’Asm ha deciso di imboccare la strada , come da decisione presa dall’Autorità umbra rifiuti e idrico, nonché dei comuni serviti, della tariffa puntuale dei rifiuti urbani.
Così, l’azienda municipalizzata ha dato il via ad una sperimentazione su alcuni condomini pilota che ha per oggetto l’attribuzione alle singole utenze condominiali del rifiuto indifferenziato prodotto e la relativa misurazione quantitativa. Il periodo di osservazione sarà di 2 mesi al termine del quale verranno resi noti i risultati ottenuti agli enti preposti». Si tratta di due condomini a Terni (Borgo Rivo e Borgo Bovio), ma anche a Narni Scalo, Amelia ed Orvieto.
Il sistema prevede la fornitura ad ogni famiglia coinvolta nella sperimentazione di sacchi dotati di etichetta elettronica (tag Rfid) che viene letta al momento dello svuotamento dei bidoni o cassonetti condominiali dall’automezzo di raccolta in modo da determinarne con esattezza l’ammontare dei conferimenti. Sperimentazione che per ora non ha ancora dato i risultati sperati ed attende per i costi elevati e per la collaborazione ancora non ottimale di chi usufruisce del nuovo servizio. Ma solo tra due mesi si avrà un bilancio più veritiero.
Asm Terni fa sapere, inoltre, che a partire dal 6 luglio il Centro di raccolta dei rifiuti differenziati di San Martino (località Foro Boario), trovandosi in zona interessata ai lavori di realizzazione del nuovo Palasport, verrà chiuso e trasferito in via Pallotta dove è stato allestito un Centro provvisorio in attesa della realizzazione (settembre/ottobre 2020) del nuovo Centro comunale in strada Madonna del Monumento. Si intende quindi, dal prossimo 6 luglio garantire il servizio dei Centri con la stessa capacità recettiva attuale con due Centri (via Ratini e via Pallotta) collocati in due vie adiacenti a Maratta Bassa negli stessi orari di apertura. Rimarrà ovviamente in funzione anche il Centro raccolta di Piediluco, nonché si continueranno a garantire i servizi di ritiro domiciliare e con cassoni mobili per ingombranti e il verde domestico. Nel 2021 è invece prevista la messa in esercizio del nuovo Centro comunale di via Corrieri che aumenterà la capacità recettiva per quanto riguarda il servizio di raccolta.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Roma deserta, i controlli e la storia di Marta abbandonata in strada dai vigili (come in una favola)

di Pietro Piovani