Progetto "Adotta un nonno"
Dalle telefonate all’abbraccio
la favola di Lucia e Maristella

Lucia e Maristela
di Nicoletta Gigli
3 Minuti di Lettura
Mercoledì 26 Agosto 2020, 08:33 - Ultimo aggiornamento: 09:26

«Incontrare Maristella è stata l’emozione più bella che ho provato in questo anno così particolare. Ho solo una nonna viva, lei ora è la mia seconda nonna. Non pensavo si potesse creare un rapporto cosi importante solo con le lunghe telefonate con lei durante il periodo del lockdown». Lucia Macari, 18 anni compiuti a giugno, è di Savignano sul Rubicone. Studentessa del Liceo delle scienze classiche con la passione per il volontariato e il desiderio di aiutare gli altri, è arrivata a Terni per incontrare la sua nuova “nonna”. Si chiama Maristella Marinelli, ha 87 anni, la passione per la poesia e il teatro e prima dell’emergenza covid era una delle volontarie attive del Centro sociale Guglielmi. La pandemia l’ha costretta a casa e le ha regalato l’affetto di Lucia. «Quando l’ho vista arrivare sono stata tanto felice - dice Maristella. Non ci siamo potute abbracciare per il covid e siamo rimaste a debita distanza ma è stata per qualche giorno a pranzo e a cena a casa mia. Lucia è una ragazza deliziosa, di una gentilezza indescrivibile, sempre delicata. Una persona di una bontà fuori dal comune». Il primo incontro tra Lucia e Maristella è stato telefonico, ed è avvenuto in pieno lockdown. Grazie a due giovani studenti, Stanislao Satta di Terni e Sofia Pasotto di Mantova, che hanno lanciato il progetto “Adotta un nonno”. «Ho una nonna di quasi 90 anni che durante il lockdown potevo sentire solo al telefono. Ci parlavamo più volte al giorno - dice Sofia - e ci tenevamo compagnia. Ho visto sui social che c’era inerzia e noia tra noi giovani. Non sapevamo come passare il tempo. E così abbiamo lanciato un appello ai ragazzi di tutta Italia, per tenere compagnia al telefono agli anziani soli. A Terni i responsabili delle rsa sono stati molto disponibili e a trovare i numeri delle persone da poter chiamare ci hanno aiutato Ancescao, Sant’Egidio, Auser e Terni Valley». Lucia vede il video di Sofia su instagram e lascia i suoi recapiti. “Quando ho avuto il numero di Maristella ero un po’ in ansia - confessa. Dopo esserci presentate siamo entrate subito in confidenza. Parlavamo per 40 minuti dei suoi interessi, lei è una donna molto attiva. Mi ero affezionata tanto e finito il lockdown ho continuato a chiamarla. Lei mi ha invitato a Terni per poterci conoscere e non ci ho pensato su due volte”. I primi di agosto Lucia cerca un alloggio in città e insieme al fidanzato si ferma cinque giorni per stare con la sua seconda nonna: «Un’emozione forte e un rapporto meraviglioso - ripete Lucia. Una cosa che mi ha fatto capire che, nelle cose in cui si crede, bisogna sempre arrivare fino in fondo». Maristella è felice: «La pandemia mi ha fatto un grande regalo. Lucia è straordinaria, non potevo conoscere una persona migliore».

© RIPRODUZIONE RISERVATA