Rosati, "Prima Terni": «Nessuna alleanza
al ballottaggio ma disponibili ad aprire
un ufficio per i fondi europei con la nuova giunta»

Giovedì 14 Giugno 2018

TERNI “Prima Terni” non entrerà nelle coalizioni che si contenderanno, il prossimo 24 giugno, il governo della città. «Rispetteremo gli impegni annunciati – annuncia l'ex candidato a sindaco Andrea Rosati - Vogliamo comunque mantenere le promesse fatte.  In campagna elettorale infatti c’era la promessa di aprire di un ufficio comunale che possa offrire comunicazione e assistenza alle imprese e ai cittadini relativamente ai finanziamenti nazionali, ma soprattutto internazionali. Infatti – precisa Rosati - solo una minima parte dei soldi messi a disposizione per Terni sono utilizzati».  Puntando sulla nostra caratteristica distintiva che è quella della competenza e del legame con la città, la lista Prima Terni «si assegna l’onere per la città di organizzare e far funzionare questo servizio per il beneficio delle nostre imprese. Come abbiamo più volte detto in campagna elettorale, per una città commissariata come Terni è essenziale ricevere delle risorse aggiuntive che permettano di aiutare quegli investimenti necessari per far ripartire l’economia. Prima Terni – puntualizza Rosati - offre quindi ai due candidati sindaci le proprie professionalità tecniche e organizzative senza chiedere nulla in cambio. Ci auguriamo che, chi sarà sindaco di questa città, sappia cogliere l’opportunità di aprire a costo praticamente zero un ufficio per la cittadinanza e per le imprese grazie a “Prima Terni” decisa a mettere a disposizione la competenza dei propri associati per fornire un servizio importante per la ripresa economica di Terni>.

 

Ultimo aggiornamento: 15 Giugno, 14:08 © RIPRODUZIONE RISERVATA