Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Piscine dello stadio: domani la riapertura con una gestione temporanea

Piscine dello stadio: domani la riapertura con una gestione temporanea
di Monica Di Lecce
3 Minuti di Lettura
Mercoledì 6 Luglio 2022, 00:45

Le piscine dello stadio riaprono domani, giovedì 7 luglio, grazie a una gestione ponte affidata alla società toscana Virtus Buonconvento che ha assorbito parte del personale.  Una ripartenza che avviene a 7 mesi dalla chiusura di gennaio, dopo un braccio di ferro tra il concessionario e il precedente sub-concessionario, l’azione del Comune che si è ripresa le chiavi dell’impianto e una serie di lavori, eseguiti e da eseguire, per rimettere in sesto la struttura, a carico dello stesso concessionario, per complessivi 400mila euro. L’annuncio è arrivato ieri nel corso di una conferenza stampa a Palazzo Spada alla presenza dell’assessora allo sport, Elena Proietti, di Alessandro Mastrofini, presidente della spa titolare della concessione e di Gianluca Valeri, presidente della Virtus Buonconvento.

«Per ora sono stati effettuati alcuni interventi – ha spiegato Alessandro Mastrofini – ma altri dovranno essere fatti per avere in autunno l’impianto completamente funzionante: stiamo rimettendo a posto gli spogliatoi del piano terra, sia dal punto di vista idraulico che di muratura, e per questa estate saranno in funzione solo quelli al primo piano. Dovremmo sistemare poi la parte del fitness per avere tutto pronto in autunno e procedere a un affidamento duraturo». Per questi mesi estivi, infatti, riaprono solo le piscine, affidate alla Virtus Buonconvento che gestisce già una quindicina di impianti nel centro Italia, tra cui uno a Castiglione del Lago. «Abbiamo ricontattato tutti i dipendenti della vecchia gestione. Molti di loro avevano già trovato nuova collocazione, ma siamo riusciti a reintegrarne alcuni – ha spiegato Gianluca Valeri - al momento abbiamo quattro assunzioni a tempo determinato, più altri 12 collaboratori circa». Per quanto riguarda i prezzi, il tariffario di ingressi e abbonamenti dovrebbe restare invariato.

«Non si riescono ad avere dati certi sugli abbonamenti sottoscritti fino a poco tempo prima la chiusura» ha detto l’assessora allo sport Elena Proietti. Di difficoltà a reperire informazioni dal precedente gestore, che con il concessionario ha in atto un contenzioso che si protrae da cinque anni, parla anche Mastrofini: «il vecchio gestore non apre i registri contabili nemmeno al curatore fallimentare».

«Sono stati mesi difficili nel corso dei quali il Comune si è assunto le sue responsabilità, ha preso in mano la situazione e ha lavorato in perfetta sintonia con il concessionario con l’obiettivo di salvaguardare gli impianti, di riaprirli per l’estate, di tutelare i lavoratori e cercare di tornare ad offrire ai cittadini e alle società sportive un servizio particolarmente importante – ha commentato l’assessora Proietti - Con la riapertura del 7 luglio abbiamo raggiunto un primo risultato significativo».

© RIPRODUZIONE RISERVATA