"Fuori da Piediluco!", gli striscioni contro i furbetti delle seconde case

foto
"Via da Piediluco, fuori da qui! " Nel paese lacustre in provincia di Terni nulla sfugge al controllo dei paesani. E troppe facce nuove o, perlomeno, che si vedono solo una volta l'anno, hanno attirato l'attenzione delle persone. Così contro i furbetti delle seconde case sono comparsi gli striscioni all'ingresso del paese. Frasi dure e nette e senza possibilità di essere fraintese: chi è venuto da fuori se ne vada. A Piediluco, fra l'altro, non sonostati segnalati positivi e, quindi, una delle oasi dell'Umbria non ancora toccata dal Covid 19 vorrebbe restare tale. 
Ci sarà tempo per la stagione turistica e i saluti ravvicinati. Per ora, dicono i piedilucani, #tornateacasa.

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Roma deserta, i controlli e la storia di Marta abbandonata in strada dai vigili (come in una favola)

di Pietro Piovani