Piediluco, 8 ricetti scoperti sotto una barca in secca
Una ragazza chiama il centro recupero e li salva

Piediluco, 8 ricetti scoperti sotto una barca in secca Una ragazza chiama il centro recupero e li salva
di Umberto Giangiuli
2 Minuti di Lettura
Lunedì 24 Maggio 2021, 20:53 - Ultimo aggiornamento: 25 Maggio, 12:12

Otto riccetti e una mamma hanno trovano casa sotto il telone di un'imbarcazione nei pressi di una spiaggetta privata vicino alla riva del lago di Piediluco. Stretti stretti come per farsi coraggio e compagnia in quando mamma riccia, nel momento della scoperta della famigliola era fuori, probabilmente in cerca di cibo per quegli otto affamati venuti al mondo da appena una paio di settimane, forse anche di meno. Una volta scoperti non si sono accorti di nulla ed hanno continuato a stringersi facendo un'unica "palla" di aculei. La ragazza che li ha trovati ha immediatamente chiamato il centro di recupero animali selvatici che, una volta giunti sul posto, hanno preso delicatamente la famigliola portandola via da quel posto che non andava più bene. Il riccio è un animale protetto e non può essere tenuto in casa. Sembra che quest'anno la presenza di ricci sia molto massiccia. Sono state trovare anche altre "famiglie" ma meno numerose di quella scoperta sotto il telone della barca, vicino alle acque del lago. I ricci sono animaletti molto simpatici e si nutrono di scarafaggi, millepiedi, forcelline, lombrichi ma anche di frutta e radici di erbe. La mamma fin da quando nascono li alimenta con il proprio latte fornito di grassi e tante proteine. Poi, una volta grandicelli, cominciano a mangiare un poco di tutto. Se il nido viene scoperto la mamma porta via uno ad uno i piccoli e trova un altro posto dove non possono essere infastiditi. La bellezza di questi piccoli sta nel loro modo di tirare fuori quel musetto che subito ritraggono diventano, se vengono sfiorati da una mano,  una palla spinosa. Anche loro hanno i predatori che  sanno come aprire la loro corazza. e cibarsene. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA