Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Perugia, piano anti buche per i lavori del 2022 più di 5 milioni. Ecco tutte le strade interessate

Il 2022 sarà l'anno più importante per i risanamenti: crescono i fondi per asfaltare le strade e i ripristini
di Riccardo Gasperini
3 Minuti di Lettura
Venerdì 24 Giugno 2022, 12:55

PERUGIA - Il 2022 sarà «l’anno più importante» per la riqualificazione delle strade cittadine. Scatta una nuova fase del piano asfaltature, con il Comune che alza il ritmo mettendo sul piatto 5 milioni di euro. Risorse in crescita rispetto alle precedenti annualità (circa 1-1,5 milioni all’anno e 3 per il 2020 e 2021), cui si sommeranno anche numerosi ripristini per gli scavi dei sottoservizi e risanamenti per la fibra. «Si comincerà a percepire sempre di più lo sforzo», ha detto il sindaco Andrea Romizi che giovedì 23 giugno a palazzo Grossi, insieme all’assessore ai Lavori pubblici Otello Numeri e agli ingegneri Fabio Zepparelli e Antonio Tata, ha fatto il punto sul lavoro fatto e quello previsto per i prossimi mesi. Lavori importanti, nonostante il costo in crescita della materia prima, perché «sono previsti interventi di fondo, in alcuni casi si andrà a risanare anche scendendo di 30 centimetri». Che tradotto significa rifacimento per intero della sede stradale. Così avverrà, ad esempio, per via Settevalli. Un intervento da 2,7 chilometri (dalla rotatoria con il Grifo a Ponte della Pietra, incluso l’anello del cimitero), oppure strada Trasimeno Ovest dove si lavorerà la notte (l’intervento è slittato per evitare la concomitanza con altri lavori stradali). Insieme a via Benucci (2,1 chilometri), strada dei Loggi (560 metri), via della Valtiera (1,4) e strada Perugia-Ponte Valleceppi (2,4), sono gli «interventi bandiera» del piano 2022. Cioè quelli più corposi, proprio per il rifacimento totale dal fondo. Nell’immediato, fra questi e asfaltature ordinarie, il Comune punta a mettere mano a 11 strade. Si partirà da corso Cavour, subito dopo Umbria Jazz. Poi tra la fine di giugno e l’inizio di luglio strada dei Conservoni, nel tratto che porta al museo delle Acque ed è stato ribattezzato dai residenti via delle buche. Per la Settevalli il progetto è approvato, ora scatterà la gara e «contiamo di affidare i lavori entro luglio per farli partire ad agosto». In lista ci sono anche via Fiesole e il sottopasso Orsini (zona Santa Giuliana). Entro la fine dell’anno saranno però molti di più i tratti risanati. La lista racconta di oltre 30 tratti individuati per interventi di risanamento. Nella fascia cittadina ci sono corso Bersaglieri, via del Brozzo, via della Concordia, via dei Priori, via Gallenga, via Faina, via fratelli Purgotti, via Enrico dal Pozzo, via Petrarca, via Pellico e via Fuori le mura. Ancora: via Pennacchi, via Manara, via del Macello, strada del Borghetto, via Gregorovius, via Madonna delle Grazie. Poi lavori a Ponte San Giovanni, San Marco, San Sisto, Lacugnano, Pianello, Ripa, Ponte Felcino, Bagnaia e San Martino in Campo. L’obiettivo è ultimare entro settembre o ottobre, ma per alcuni tratti potrebbero esserci dei ritardi a causa della concomitanza con alcuni interventi ai sottoservizi che devono essere eseguiti.

I RIPRISTINI «Nel 2022 abbiamo scelto di aggredire le vie principali che portano flussi importanti sia dal punto di vista quantitativo che qualitativo», hanno detto Romizi e Numerini nel ricordare i lavori già eseguiti, fin dai primi piani-asfalto dell’assessore Calabrese, e l’aumento di risorse dedicate alle strade dal 2014 in poi. La mappa dei lavori quest’anno sarà considerevolmente allargata grazie al tema dei ripristini. Anche per gli scavi della fibra degli anni scorsi. «Siamo prossimi a definire accordi che consentiranno di attivare ripristini in tante strade». Gli interventi, coordinati dagli uffici comunali, saranno ottimizzati anche in base alle necessità dei vari tratti, per riqualificare più superfice possibile. Inoltre, hanno ricordato, al piano strade si aggiungeranno interventi connessi ad altri progetti, come quello su Fontivegge e il Pinqua per Ponte San Giovanni. «Come per scuole e impianti sportivi, vogliamo restituire agli utenti una città completamente risanata anche per le strade».

I MARCIAPIEDI Avanza anche il piano marciapiedi. Dopo i lavori in via Checchi, piazza dell’Università, via Torelli e via Soriano, toccherà alla periferia, con interventi previsti a Ripa, Solfagnano e Resina.

© RIPRODUZIONE RISERVATA