Perugia, da sabato prossimo blocco del traffico nei week-end fino a fine marzo

Domenica 17 Gennaio 2021 di Cristiana Mapelli
Perugia, da sabato prossimo blocco del traffico nei week-end fino a fine marzo

PERUGIA - Prevenire e contenere l’inquinamento atmosferico, contribuire a sensibilizzare la cittadinanza sul tema della qualità dell’aria e ad un uso responsabile delle fonti energetiche. Tornano le domeniche senz’auto. Si parte sabato 23 e domenica 24 gennaio fino al 31 marzo, come ogni anno, con la chiusura al traffico all’interno del centro abitato di Perugia e di Ponte San Giovanni nei fine settimana, in attuazione di quanto richiesto dal Piano regionale della qualità dell’aria.
COSA NON SI PUÒ FARE
I veicoli fino a Euro 3 non potranno, quindi, circolare dalle 8 alle 16, a meno che non siano vetture elettriche e ibride, alimentate a gas metano e Gpl, veicoli oggetto di deroga specifica (forze armate, polizia, pronto soccorso, vigili del fuoco, protezione civile, trasporto pubblico, trasporto disabili, auto mediche, pronto intervento, turnisti, trasporto merci deperibili e stampa), o non vi siano almeno 3 persone a bordo. Solo in questi casi, infatti, è autorizzata la circolazione. È previsto il divieto permanente di accesso e circolazione per i veicoli Euro 0. Sull’intero territorio comunale, inoltre, è prevista la riduzione di un’ora del periodo di funzionamento giornaliero degli impianti termici destinati alla climatizzazione invernale degli ambienti, da 14 ore a un massimo di 13, oltre alla riduzione di 1°C della temperatura massima.
QUALITÀ DELL’ARIA
Della qualità dell’aria del 2020 parlano anche i dati di Arpa. Durante lo scorso anno, nonostante i lockdown a causa della pandemia da Coronavirus, i limiti sono stati superati più volte, come segnalano le stazioni collocate in aree urbane con l’obiettivo di valutare gli impatti sulla qualità dell’aria prodotti dalle varie sorgenti urbane nel capoluogo umbro, quali il riscaldamento e il traffico o dove il traffico rappresenta la sorgente prevalente. La stazione presente al parco Cortonese ha segnalato un superamento di Pm10 17 volte dei limiti, quella posizionata a Ponte San Giovanni 26 volte mentre quella che si trova nella zona di Fontivegge ha segnalato zone rosse per ben 20 volte. Nei giorni scorsi, il dibattito sulla qualità dell’aria si è spostato anche a palazzo dei Priori. Solo per la Ztl, infatti, sono 2.500 i permessi concessi all’accesso con automobili elettriche e ibride nel 2020, come previsti nell’ambito del manifesto per la sostenibilità, anche ai non residenti nel territorio comunale. Soste gratis e tariffe agevolate che Saba, che gestisce la sosta a pagamento in città, ha quantificato in 100 mila euro. Un costo che in questo momento in cui le entrate sono in calo, l’azienda stessa non è più in grado di sostenere senza il contributo dell’ente.

© RIPRODUZIONE RISERVATA