Perugia, si lava in una fonte del Seicento

Lunedì 12 Agosto 2019 di Luca Benedetti
2
Lo strano bagno nella Fonte Lomellina, in via Marzia a Perugia
PERUGIA - Il caldo era in agguato e il termometro domenica lo ha confermato con alcune città della regione che nel pomeriggio hanno sfondato i 40 gradi. E con il caldo era in agguato anche chi non ha trovato di meglio,  alle 16,45, di farsi una bella lavata nella storica Fonte Lomellina, in via Marzia.
Pantaloncini arancioni, capelli lunghi, maglietta gialla, aspetto trasandato, piccola tracolla e scarpe da ginnastica. A parte la borsetta, tutto è finito sotto l’acqua della fonte.

L’uomo non si è guardato neppure intorno e ha preso a lavarsi. Prima le braccia, poi le ascelle, poi è passato a lavare le solette delle scarpe che ha lasciato asciugare sui panettoni anti sosta che proteggono la Fonte e poi è andato oltre. Ha lavato anche i piedi. Lo dimostrano le foto scattate da chi, in quel momento, stava parcheggiando e non credeva ai propri occhi. Prima una gamba dentro alla fonte, fino al ginocchio, e poi l’altra. In mezzo anche l’acqua utilizzata per le abluzioni delle parte intime. Poi, come se nulla fosse, ha controllato che le solette delle scarpe fossero asciutte, ha infilato la maglietta e si è allontanato. Non prima di aver passato un bel po’ d’acqua anche sui capelli lunghi.

Costruita nel 1682 la Fonte Lomellina (la conchiglia di raccolta dell’acqua è degli anni ‘40) recentemente è stata restaurata, grazie al progetto Art Bonus, dalla famiglia Modena nel ricordo dell’avvocato Marzio. Ultimo aggiornamento: 17:30 © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Il marito della sindaca e la tv: «L’unico Matteo è nostro figlio»

di Simone Canettieri

Visita i Musei Vaticani, la Cappella Sistina e San Pietro senza stress. Salta la fila e risparmia

Prenota adesso la tua visita a Roma