Perugia, a Pianello e al Chico Mendez
ecco il rilancio del patrimonio naturale

Domenica 5 Luglio 2020 di Riccardo Gasperini
L'inaugurazione dell'eco-modulo al parco Chico Mendez
PERUGIA - Un doppio segnale di rilancio per il patrimonio ambientale del territorio. Ieri taglio del nastro per l’opera di riqualificazione del percorso ciclopedonale ed equestre della Via di Francesco, nel tratto che da Pianello va verso Ripa, e per la nuova struttura polifunzionale al parco Chico Mendez. Una novità, quest’ultima, che diventa un modello per le aree verdi cittadine.

QUI PIANELLO Con personale del cantiere comunale, è stata realizzata una nuova passerella in acciaio, in sostituzione di quella precedente in legno, che consente il passaggio anche di cavalli e bici. L’intervento si è inserito nella più generale opera di ripristino del piano viabile di un tratto del percorso e della realizzazione di tre aree di sosta nei punti di competenza del Comune. Rinasce così una fetta importante della Via di Francesco con l’opera che «vuole essere non solo un gesto di attenzione verso il territorio da parte dell’amministrazione, ma il segno dell’impegno a valorizzare e favorire quel turismo naturalistico che, oggi ancora di più, è importante x lo sviluppo delle comunità locali e per la promozione del territorio». A dirlo l’assessore ai Lavori pubblici Otello Numerini, presente nel pomeriggio anche alla cerimonia al parco Chico Mendez.

LA NUOVA STRUTTURA Al Chico Mendez è stata festa grande per l’inaugurazione del nuovo ecomodulo, realizzato dal Comune con il contributo della Fondazione Cassa di Risparmio e fortemente voluto dall’associazione Natura Urbana presieduta da Daniele Ercolani, che da anni è impegnata per il rilancio dell’area. La struttura polifunzionale diventa così una base non solo per la realtà di volontari ma un vero e proprio punto di riferimento per i cittadini. Alla cerimonia c'erano, oltre all’assessore Numerini, l'ingegner Luca Galletti, in rappresentanza della Fondazione Cassa di Risparmio di Perugia, l’assessore all’Urbanistica Margherita Scoccia, l’ex
vice Sindaco Urbano Barelli, il geometra Michele Monsignori che ha seguito la direzione lavori, Emilio
Buchicchio dell’area Ambiente e rappresentanti dell’azienda che effettuato i lavori. «Per noi tutto ciò è motivo di vero orgoglio - ha detto Ercolani, in rappresentanza dell’associazione Natura Urbana - perché quanto attendevamo finalmente si realizza e assume oggi un significato particolare di ripartenza». © RIPRODUZIONE RISERVATA