Perugia, per l'apertura del Mercato coperto tutto rinviato al 2021

Martedì 3 Dicembre 2019 di Luca Benedetti
PERUGIA - Squilli di trombe e rulli di tamburi per la cordata che aprirà il Mercato coperto con la previsione dell’ex assessore Michele Fioroni che ipotizzava il Natale 2020 per il ciak. Ipotesi che ieri la commissione controllo e garanzia si è sentita allontanare. Basta mettere in fila i dati raccontati dai tecnici del Comune per capire. Per esempio, l’ingegner Franco Becchetti ha messo in fila non solo le date e i ritardi passati, ma ha fissato un data importate per il futuro spiegando così: «Che, se tutte le criticità troveranno rapida soluzione come si auspica, le opere “al grezzo” potranno essere consegnate entro aprile 2020. Poi il completamento delle finiture spetterà al gestore della struttura». Ecco che arrivare al 2021 è più facile che sperare nel Natale del prossimo anno, oppure, nelle migliori delle ipotesi fatte, sul filo di Eurochocolate. Tra l’altro ci sono passaggi chiave che sono in ballo. Ancora Becchetti: «Il secondo stralcio dei lavori è stato completato per circa il 90%, gli ascensori sono stati completati per la copertura mobile il Comune sta valutando la sostituzione della ditta subappaltatrice lombarda con un gruppo di imprese locali». La partita relativa alla progettazione esecutiva degli spazi mercatali prevede l’affidamento dei lavori entro fine anno, le scale mobili sono già state posizionate, per il montacarichi a palazzo dei Priori stimano di poter affidare i lavori entro fine anno.
Del 2021 come data di apertura si è parlato a margine dei lavori della commissione dove, il tra due anni, è indicato, per esempio, come il termine per la fine dei lavori del parcheggio in quota Saba–Sipa.«Da una stima effettuata si conta di poter avere il progetto esecutivo entro due mesi da oggi- ha detto il mobility manager, Leonardo Naldini- mentre si ritiene che i lavori potranno iniziare nella seconda metà dell’estate del 2020 per poi concludersi entro il mese di aprile del 2021». Per il parcheggio previsto il rifacimento delle rampe con adeguamento della larghezza di un tratto di strada.
Che fine faranno le attività che si trovavano al Mercato coperto? Tre o quattro attività commerciali alimentari verranno riportate all’interno del rinnovato mercato coperto nell’area della terrazza. Per ciò che concerne le altre attività, non alimentari, sono state formulate dal Comune diverse ipotesi di ricollocazione al di fuori del mercato coperto, ma ad oggi nessuna è stata accettata.
In commissione l’ingegner Fabio Zepparelli ha ricordato come l’affidamento alla costituenda associazione temporanea di imprese per la gestione è dell’ 11 novembre. Una aggiudicazione definitiva “non efficace”, in quanto subordinata all’effettuazione dei controlli di rito.
Una assegnazione che diventerà efficace, l’assegnatario dovrà presentare un progetto tecnico per i i lavori da effettuare a completamento della ristrutturazione. In ballo, tra l’altro, ci sono l’insediamento nella nuova struttura di attività legate a food ed agroalimentare, la riserva di 500 metri quadri a particolari categorie merceologiche. © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

L’asse Ficcardi–Cacciatore, la coppia che punta l’indice

di Simone Canettieri

Visita i Musei Vaticani, la Cappella Sistina e San Pietro senza stress. Salta la fila e risparmia

Prenota adesso la tua visita a Roma