Perugia, investito a 15 anni da automobilista ottantenne vicino casa: è grave

Perugia, investito a 15 anni da automobilista ottantenne vicino casa: è grave
di Michele MIlletti
2 Minuti di Lettura
Lunedì 23 Maggio 2022, 08:34 - Ultimo aggiornamento: 08:35

Una tranquilla domenica di metà maggio che diventa all’improvviso di dramma per due famiglie. Complice, purtroppo, l’ennesimo incidente stradale che vede una persona investita da un’altra alla guida di un’auto. La cosa ancora più grave è che si tratta del terzo giovane in una settimana a finire in codice rosso. Anzi giovanissimo, dal momento che l’investito ha appena quattordici anni.
LO SCONTRO
È successo, come detto, nella giornata di ieri. Poco prima delle tredici, in zona Castel del Piano. Il ragazzino, secondo quanto ricostruito dagli agenti della polizia locale intervenuti sul posto, stava percorrendo a piedi la strada che da Castel del Piano conduce verso Pila quando è stato investito dall’auto condotta da una donna ottantenne. L’anziana ha subito chiamato i soccorsi, con la polizia locale e l’ambulanza del 118 che si sono precipitati per soccorrere il ragazzino e svolgere tutti gli accertamenti del caso. Le cause dell’incidente sono ancora in corso di accertamento, di certo c’è che le ferite riportate dal ragazzo non sono di poco conto: il quattordicenne è stato infatti portato al pronto soccorso dell’ospedale Santa Maria della misericordia in codice rosso.
Come da prassi, in caso di incidenti e di feriti gravi, sono partiti gli accertamenti anche per stabilire le condizioni psico fisiche della donna al momento di mettersi alla guida e dunque al momento dell’incidente. L’anziana, sempre di prassi, rischia anche una denuncia per le lesioni provocate al ragazzo.
TERZO CASO
Una settimana da record, e purtroppo negativo, lungo le strade cittadine. Son infatti tre le persone, e tutte e tre giovani, ricoverate in ospedale in codice rosso (quello della massima gravità) dopo essere state investite mentre stavano camminando in strada. Martedì scorso il primo caso: una ragazza di appena 21 anni travolta sulle strisce pedonali davanti allo stadio Curi mentre stava facendo jogging da un 63enne che per paura invece di prestarle aiuto è scappato a casa. Incastrato da testimonianze e telecamere, l’uomo è stato indagato per lesioni gravi e gravissime e omissione di soccorso. La ragazza è stata portata nel reparto di Rianimazione. Stesso reparto in cui il pomeriggio di giovedì è finita una ragazzina di 15 anni, investita a Solfagnano appena scesa dal pullman che la stava riportando a casa da scuola. Ieri il terzo dramma stradale, la terza persona in una settimana investita da un’auto, il terzo giovane in una settimana. Segnali preoccupanti, che raccontano come purtroppo una crescente mancanza di totale attenzione quando si sta in macchina.

© RIPRODUZIONE RISERVATA