Sabato al Giò due stelle del jazz,
le opere della perugina Peccini e
una proposta culinaria dal mare

Venerdì 17 Gennaio 2020 di Michele Bellucci
PERUGIA - Domani, sabato 18, a Perugia è in programma un appuntamento imperdibile per gli appassionati di jazz, con un duo d’eccezione che sarà sul palco del Giò (inizio alle 20.30). All’interno della rassegna “Food & jazz dal vino”, che riserva appuntamenti mensili in grado di unire proposte enogastronomiche particolari con varie espressioni artistiche, saranno ospiti il pianista Riccardo Arrighini e l’asso del sax Javier Girotto. Al centro il loro progetto Dialogues: «Un giorno, camminando per le strade delle Musica, incontrai un uomo solo come me che non parlava ma aveva la Storia nei suoi occhi, la vita, la gioia, il dolore, il riscatto, l'allegria... la passione. Iniziammo così a dialogare come meglio potevamo fare... suonando» spiega Arrighini. I suoi dialoghi con l’argentino Javier Edgardo Girotto porta alla fusione di due mondi solo apparentemente lontani. Un mix esaltante che unisce la musica argentina, colma di melodia, passionalità, incanto e nostalgia, a sonorità che pescano invece nella tradizione toscana, dove il Maestro Giacomo Puccini componeva tra le opere e le arie più intense e struggenti del melodramma italiano. Due grandi artisti che navigano da anni i mari del jazz, capaci con Dialogues di trascinare gli ascoltatori in storie e percorsi personali, racconti di una vita che scorre tra arte e umanitas, tra sogno e realtà. In scaletta ci saranno brani originali di entrambi e alcuni standard, in cui ognuno sembra invitare l'altro a seguirlo in un suono nuovo che prende corpo in maniera sempre diversa, anche grazie alla potente dose d'improvvisazione di cui sono capaci.

Prima dell’esibizione di Girotto e Arrighini, per gli "Assaggi d’Arte" esporrà Michela Peccini, le cui opere verranno commentate dal critico d’arte Andrea Baffoni. L’artista perugina da trent'anni si dedica alla pittura ad olio, in particolare alla realizzazione di ritratti. Non meno emozionante sarà la cena proposta dal Food Beverage Manager del Giò Salvatore De Iaco: «Visto che l’ultima escursione marittima, frutto di una breve vacanza invernale in Puglia, è stata molto apprezzata, riproporremo un menu di pesce e riscopriremo, insieme, nuove ricette "POPolari" unite a proposte innovative, nel rispetto della stagionalità delle materie prime. Roberto Bigarini, il nostro Chef, è pronto a presentarvele nel migliore dei modi». © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Con la febbre in aeroporto non si finisce in quarantena

di Mauro Evangelisti

Visita i Musei Vaticani, la Cappella Sistina e San Pietro senza stress. Salta la fila e risparmia

Prenota adesso la tua visita a Roma