Banda dei garage, altri dieci assalti
per borse, cacciaviti e cibo in scatola

Lunedì 16 Dicembre 2013 di Mi.Mi.
PERUGIA - Inarrestabile. Proprio come nei mesi scorsi. L’ondata di assalti della banda dei garage continua.

E ormai è chiaro come non possa essere un caso che ad essere presi di mira in questa ultima mandata siano i cittadini di Ferro di Cavallo: dopo quelli della notte fra sabato e domenica, che già bissavano i furti di una settimana prima, nella notte fra domenica e lunedì altri dieci garage sono stati aperti e svuotati dai misteriosi ladri che approfittano dell’ubicazione dei garage nei sotterranei dei grandi condomini per avere tempo e possibilità di agire in maniera più o meno indisturbata.

La differenza stavolta è che il maxi colpo non avviene tutto nei garage di un solo condominio, ma in due palazzi di altrettante vie del quartiere. Quello che ha lasciato ancora una volta quasi di stucco non solo i residenti vittime degli assalti ma anche la polizia intervenuta dopo la scoperta dei furti è come venga arraffato e portato via dai ladri qualsiasi oggetto all’interno dei garage che riescono ad aprire: anche in questo caso sono stati portati via cibi di conserva o surgelati (nel caso di chi ha il congelatore nel fondo) ma anche utensili, oggetti come borse o valigie che in molti garage vengono ammassati. Oggetti dunque anche di poco valore, ma che rubati in massa creano comunque un danno. Così come crea danno, e sicuramente superiore in molti casi rispetto a quanto portato via, la tecnica che la misteriosa banda (ma potrebbero essere anche più di uno i gruppi in azione) mette in atto per far cedere le porte chiuse dei garage. Con uno sparachiodi o macchinari simili, i banditi fanno dei fori all’altezza della maniglia, poi fanno entrare un ferretto all’interno dei fori e tirano dall’esterno: il risultato è identico all’aprire la porta dall’interno, e a quel punto non ci sono più ostacoli ai raid dei banditi.

Ma chi sono questi misteriosi assaltatori di garage? Secondo le forze dell’ordine, anche sulla base dei precedenti assalti, molto probabile che si debba andare a cercare soprattutto fra i gruppi di etnia rom particolarmente abili in questi tipi di furto. Ma non è da escludere anche gruppi maggiormente organizzati che magari vanno a caccia del colpo grosso come auto o oggetti preziosi. Ultimo aggiornamento: 17 Dicembre, 09:43 © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Roma deserta, i controlli e la storia di Marta abbandonata in strada dai vigili (come in una favola)

di Pietro Piovani