Perugia, flussi e distanziamento: le sfide da vincere per Eurochocolate. Oggi summit in questura

Perugia, flussi e distanziamento: le sfide da vincere per Eurochocolate. Oggi summit in questura
di Cristiana Mapelli
2 Minuti di Lettura
Venerdì 18 Settembre 2020, 16:06

Proposte, molte, valutazioni, ma ancora qualche perplessità. Ultimi giri di boa sull’edizione 2020 di Eurochocolate in programma dal 16 al 25 ottobre. Dopo la riunione tecnica di mercoledì al centro operativo regionale, insieme alla protezione civile e alla sanità, ieri il vertice con il comitato d’ordine pubblico e sicurezza in prefettura che ha visto anche la partecipazione dell’assessore alla Sicurezza Luca Merli e del referente della prociv Roberto Chiesa.
ATTENZIONE AI FLUSSI
Sotto la lente di ingrandimento dell’affair Eurochocolate, il contingentamento e il tracciamento del flusso dei visitatori nei vari punti dell’evento in centro. Non tanto i frequentatori degli stand commerciali diffusi in tutto il centro storico che, per l’occasione, lo staff di Guarducci ha ripensato a prova di covid: varchi in entrata e uscita, flusso di visitatori super controllati da personale addetto e zone di “decompressione” per evitare pericolosi assembramenti.
Le preoccupazioni riguardano il movimento del pubblico dei grandi numeri che raggiunge il centro storico. Con una capacità trasportistica massima degli autobus all’80% e quella del minimetrù con 28 utenti per cabina, tra i nodi da sciogliere, anche la questione scale mobili della Rocca Paolina. Una situazione il cui contingentamento potrebbe essere risolto, poiché l’impianto presenta un impianto di risalita e uno di discesa alternato, ma le criticità potrebbero riguardare la necessità di assicurare il distanziamento sociale di almeno un metro tra un utente e l’altro. Tra le possibilità al vaglio al momento, forse la presenza di un filtraggio degli utenti sia per l’accesso che per il deflusso dall’impianto di risalita meccanizzato e che collega l’acropoli con uno dei parcheggi a pagamento più gettonati.
LE TAPPE
Tutte questioni, queste, che nella mattinata di oggi verranno nuovamente affrontate in questura con attenzione e cautela e che vedrà lo staff di Guarducci ripresentare il piano di sicurezza con i “ritocchi” richiesti la scorsa settimana. Se l’incontro di questa mattina dovesse rispondere agli standard di sicurezza richiesti, la proposta di progetto dovrà passare nuovamente ad un nuovo incontro con il cor e, in tempi strettissimi, infine, al comitato di ordine e sicurezza in prefettura per la decisione finale e permettere alla macchina di Eurochocolate di mettersi in modo.
I PRECEDENTI
Riunioni tecniche e vertici che nelle settimane scorse hanno trattato la possibilità, o meno, di svolgere eventi regionali di grande richiamo. Primi fra tutti I Primi d’Italia a Foligno, la cui organizzazione ha deciso di saltare il giro del 2020, ma anche il via libera alla Giostra della Quintana e la Supercoppa della Sir, seppur con un pubblico dai numeri limitati.

© RIPRODUZIONE RISERVATA