Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Perugia, eventi e feste paesane: torna l’allerta furti nelle case

Perugia, eventi e feste paesane: torna l’allerta furti nelle case
2 Minuti di Lettura
Lunedì 27 Giugno 2022, 08:11

PERUGIA Il ritorno alla normalità. Atteso da oltre due anni. Un ritorno che significa anche e soprattutto estate sotto le stelle tra sagre e feste paesane, eventi, un salto al mare per il week end. Oltre ovviamente a una vacanza vera e propria. Ritorno alla normalità incoraggiato anche inevitabilmente dal grande caldo che sta colpendo duro in questo periodo. Tutto questo purtroppo però significa anche ritorno alla normalità sotto forma di assalti a case potenzialmente “abbandonate” dai proprietari per una sera o per qualche giorno.
Soprattutto, sembra tornare il fenomeno di raid nelle abitazioni intorno alle aree in cui si svolgono le rassegne paesane che dunque, inevitabilmente, portano molta gente delle frazioni fuori casa per diverse ore.
Le ultime denunce in tal senso arrivano da Perugia e in particolare dalla zona intorno a Settevalli, dove in questi giorni sono in svolgimento importanti sagre paesane e anche vari eventi, ma anche da quella di Pianello. Per bocca del consigliere comunale, Davide Bonifazi: «Ladri in azione in zona Pianello» ha reso noto su Facebook per avvertire i paesani a fare massima attenzione mentre era già in svolgimento l’attesissimo sabato della sagra locale. Da quanto si apprende, i tentativi di furto si sarebbero registrati fino intorno alle 21.30 di sabato, dunque in un orario compatibile con una scarsa presenza nelle abitazioni proprio per la forte partecipazione della popolazione ad eventi particolarmente sentiti nelle frazioni che li ospitano e che creano non solo aggregazione ma anche, da sempre, l’impegno volontario di tanti cittadini.
Ora è chiaro che non si può generalizzare la formula sagre,feste-ladri in azione, ma è evidente come sia possibile che bande di professionisti in azione possano mettere nella lista delle aree da colpire in un certo momento proprio quelle in cui, anche per la presenza di feste ed eventi, le case soprattutto nel fine settimana possano essere meno controllate.
Ovviamente le forze dell’ordine non stanno a guardare e, in questa estate di ritorno alla normalità, hanno elevato il livello già alto di attenzione sotto questo profilo. Come affermato qualche tempo fa dal prefetto Gradone, del resto, quello dei furti è un reato che resta nelle paure di chi l’ha subito e dei suoi vicini di casa per molto tempo. Quindi ecco che sono già in campo iniziative di monitoraggio da parte soprattutto di carabinieri e polizia. Se da un lato ci sono le compagnie e le stazioni dell’Arma a essere molto diffuse nel territorio provinciale, dall’altro c’è il progetto “Borghi sicuri” lanciato dal questore Bellassai che, è stato già annunciato, verrà implementato in questo periodo estivo sotto il profilo di controlli del territorio e delle persone.

© RIPRODUZIONE RISERVATA