Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

«Perugia, la Curva Nord riapre per il Pisa»

Stadio Curi, lo stato di lavori in Curva Nord
di Luca Benedetti
3 Minuti di Lettura
Giovedì 11 Agosto 2022, 12:23

Se l’imprevisto non ci mette lo zampino i tifosi del Grifo potranno saltare e cantare dai nuovi gradoni della Curva Nord nella sfida con il Pisa. Che il calendario fissa per sabato primo ottobre. Ma gli anticipi e posticipi sono stati indicati fino alla sesta e per la settima giornata la Lega di B ancora non ha deciso giorno e orario delle sfide. Ma poco importa.
La sottile linea rossa (anzi, biancorossa), della riapertura del settore più amato del Curi, lo indica l’assessore allo Sport, Clara Pastorelli, ieri mattina divisa tra Perugia e vacanza (andata e ritorno) per un passaggio in città dei suoi impegni politici.
«Il cronoprogramma dei lavori per la Curva Nord è quello indicato-spiega l’assessore- dai nostri uffici. Sta tutto proseguendo secondo quanto previsto. I lavori sulle fondamenta della curva, visto che sono state trovare importanti infiltrazioni d’acqua, hanno richiesto più tempo. I lavori proseguono, la parte della curva più vicino alla gradinata è pronta. Ora tocca all’altra fetta della curva».

Il d-day per l’ultimo colpo di pennello sul rosso della Nord è indicato per il 20 settembre. Poco più di un mese, Ferragosto compreso. «Poi- aggiunge senza sbilanciarsi troppo l’assessore Pastorelli- ci vorranno dieci giorni per il collaudo. Ecco perché immaginiamo che per la gara con il Pisa i tifosi potranno riabbracciare la Curva Nord». E sarà un vero abbraccio a cui verranno chiamati non solo i tifosi, ma anche la città. Perché l’idea è quella di organizzare un’inaugurazione che diventi una sorta di festa biancorossa.
La Nord tornerà disponibile dopo il derby a Terni e dopo la sosta per le nazionali. Con le sfide contro Parma, Bari e Ascoli in cui il tifo più caldo sarà ospitato in gradinata.
Verranno terminati anche i lavori che riguardano i bagni. E anche in questo caso, anticipa l’assessore, ci sarà il coinvolgimento dei tifosi. «Stiamo studiando-spiega Pastorelli- delle novità. Ne parleremo al momento opportuno». Ultimo ritocco che verrà fatto durante in campionato, sempre in Curva Nord, è sulle scale in modo che il luogo del cuore del tifo biancorosso sarà come nuovo. Poi i lavori di ristrutturazione riguarderanno gli altri settori scoperti. Ma deve ancora essere deciso se finisce in testa alla lista la Gradinata o la Curva Sud. Con, sullo sfondo, sempre l’idea del nuovo Curi. Ma questa è un’altra partita.
La Curva Nord rimessa a nuovo verrà riaperta 47 anni dopo quel Perugia-Milan del 5 ottobre 1975 che segnò l’esordio dei grifoni in serie A e l’inizio della leggenda dello stadio costruito in un’estate.

© RIPRODUZIONE RISERVATA