Perugia, scontro sulla pillola abortiva

Lunedì 18 Maggio 2020
Una seduta in streaming del consiglio comunale di Perugia
PERUGIA - Il consiglio comunale di Perugia nella seduta di lunedì ha approvato un ordine del giorno del consigliere Nicola Volpi (Progetto Perugia) sul sostegno alle famiglie più in difficoltà. In particolare, nell’ambito di una richiesta per misure aggiuntive a quelle del governo per fare fronte all’impatto dell’emergenza coronavirus, è stata proposta l’istituzione «di un fondo straordinario per il sostegno alla locazione, che preveda in parte il pagamento dei canoni di locazione sugli alloggi per alcune mensilità dell'anno in corso». Sempre lunedì seduta della commissione Cultura dove c’è stato confronto acceso sul tema della pillola abortiva. È stato respinto un ordine del giorno dei gruppi Pd, Idee Persone Perugia e Rete Civica Giubilei su «interventi urgenti per la piena attuazione della Legge 194/78 durante l’emergenza sanitaria Covid 19». In particolare i consiglieri hanno chiesto all’amministrazione di «farsi promotore presso la Regione per una concreta e piena attuazione della legge nel territorio del Comune dove non esiste la possibilità di avere una interruzione volontaria di gravidanza medica». Il senatore Simone Pillon, commissario della Lega di Perugia, nel commentare la votazione ha detto che «anche a Perugia i dem hanno chiesto di lasciare le donne sole, chiuse in bagno ad abortire, a rischio della propria salute. Bene ha fatto dunque la commissione a respingere questa follia». © RIPRODUZIONE RISERVATA