Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Perugia, chat da 5mila follower per aiutare gli spacciatori: segnalati i posti di blocco

Perugia, chat da 5mila follower per aiutare gli spacciatori: segnalati i posti di blocco
di Michele Milletti
2 Minuti di Lettura
Domenica 8 Maggio 2022, 07:54 - Ultimo aggiornamento: 08:16

PERUGIA Ai limiti della realtà. Anzi, oltre proprio. Nel senso che la fantasia è stata abbondantemente superata dai fatti. Che raccontano questo: cinquemila persone in rete a raccontarsi in tempo reale posti di blocco e controlli della polizia e delle altre forze dell’ordine, così da evitare di finire nei controlli ma anche soprattutto per dare modo agli spacciatori di fiducia di evitare di essere presi.
La scoperta è stata fatta dagli agenti della squadra volante a seguito di un inseguimento a tutto gas nella zona di Pila. Un inseguimento notturno che si è concluso in modo curioso: un cinquantenne che “smanettava” furiosamente sul proprio smartphone. Inizialmente i poliziotti non hanno capito bene cosa stesse facendo, poi invece lo hanno capito e dopo l’incredula reazione iniziale hanno preso provvedimenti.
Pare che tra i fautori di questo gruppo, ci sia proprio un presunto spacciatore. Uno insomma che ha utilizzato assieme ad altri i mezzi dei social per estendere una rete preziosissima di contatti volti a cercare di limitare il più possibile i danni.
LA CATTURA
Fermato per un controllo e poi arrestato per droga, aveva nel telefonino una chat dal nome «Segnalazione PG» con più di 5.600 partecipanti, dove venivano segnalati i posti di controllo delle forze dell’ordine. È quanto hanno scoperto i poliziotti, trovando tra le segnalazioni anche quella di un posto di controllo di qualche ora prima dello stesso equipaggio. L’uomo, dopo essere sfuggito all’alt imposto dagli agenti, è stato fermato e trovato in possesso di diverse dosi di sostanza stupefacente, tra hascisc e cocaina, 2.760 euro in contanti e un bilancino di precisione.
È accaduto nella notte di martedì quando, nel corso di un servizio di controllo del territorio, i poliziotti del reparto prevenzione crimine Umbria Marche hanno intercettato il veicolo, poi bloccato dopo un inseguimento in direzione Pila-San Martino in Colle. Il conducente, di 53 anni, che nel corso della fuga si è reso protagonista di sorpassi avventati e cambi di direzione repentini, è stato arrestato per resistenza a pubblico ufficiale e detenzione a fini di spaccio di sostanza stupefacente.

© RIPRODUZIONE RISERVATA