«Centro storico di Perugia in disfacimento, così ci ho rimesso pure una caviglia»

Le scale di via Santa Lucia a Perugia
di Egle Priolo
3 Minuti di Lettura
Lunedì 22 Novembre 2021, 09:00

PERUGIA - «Una passeggiata e ho inciampato su quelle maledette scale, il risultato? Una forte distorsione alla caviglia. E non è normale per un centro storico». C'è la solita rabbia di chi protesta nelle parole di un residente ferito durante un giro per l'acropoli. Ma soprattutto il dispiacere per un salotto buono che finisce per essere abbandonato. Il dispiacere di chi invece ha scelto di viverci e restarci, per l'amore verso una città e il suo centro.

Eppure può capitare, purtroppo, che durante una semplice passeggiata poco lontano da casa si inciampi e si cada per colpa della strada sconnessa, delle buche o – addirittura – delle scale «in completo disfacimento». Non c'è in effetti altro modo per descrivere lo stato di via Santa Lucia, la piccola e caratteristica stradina che unisce via Baglioni con via Oberdan e sbuca praticamente davanti l'inizio delle scalette di Sant'Ercolano. Basta fare un giro («Con attenzione, eh») per verificare la denuncia del residente: scalini letteralmente “mangiati” dall'usura, la pedata che in diversi punti è talmente erosa da sembrare presa a martellate e l'alzata che ricorda ben poco della sua realizzazione. «Questo è lo stato di via Santa Lucia in centro storico dove il sottoscritto e altre persone hanno avuto un infortunio – spiega -. A parte le vie principali le viuzze e piazzette secondarie del centro storico sono in uno stato pietoso. Non sono l'unico a essersi fatto male scendendo per quelle dannate scale semi distrutte. Ed è imbarazzante: sia perché sono veramente pericolose, sia perché danno una bruttissima immagine della città ai tanti turisti che vi passano».
Una rabbia comprensibile, in effetti, sia per il danno fisico subito che per il ragionamento che ne scaturisce: un brutto biglietto da visita, soprattutto in un momento di ripresa del turismo cittadino. «Ho provveduto a segnalare quanto sopra all'ufficio manutenzioni strade del Comune», è la conclusione del residente, nella speranza ci sia modo di risolvere il problema delle strade dissestate.
Un problema che chiaramente non riguarda solo via Santa Lucia, con le segnalazioni che arrivano anche da via Pozzo Campana, in quell'angolo di centro già massacrato dalle bande di giovani e giovanissimi che nei fine settimana usano a proprio piacimento le proprietà sia pubbliche che private. «In via Pozzo Campana la pavimentazione in mattoni rossi è in completo disfacimento con grave pericolo per chi vi transita a piedi o in auto», ricorda un altro residente, raccontando di scivolate e storte pericolose alla prima pioggia come alla brina mattutina. «Non ci vogliamo solo lamentare, sia chiaro – è la conclusione -. Ma la speranza è che il Comune trovi i fondi per evitare questi disagi e questi rischi».

© RIPRODUZIONE RISERVATA