CORONAVIRUS

Perugia, pienone in centro per lo shopping. Intervento delle forze dell’ordine contro gli assembramenti dei giovanissimi |

Domenica 20 Dicembre 2020 di Cristiana Mapelli
Il centro di Perugia sabato pomeriggio

PERUGIA - Un altro sabato di pienone nell’acropoli. Ultimo fine settimana non solo prima del Natale ma, come deciso dal governo per tutto il paese, prima di entrare in zona rossa con tutte le sue restrizioni. È stata probabilmente la corsa allo shopping ad aver incentivato moltissimi perugini a salire nel centro storico dove acquistare gli ultimi pacchetti da mettere sotto all’albero. Qualche fila fuori dai negozi e, complice la calda giornata di ieri, tavolini dei dehors dei bar e dei ristoranti tutti pieni. Già nel pomeriggio, poco dopo le 16, la polizia municipale ha chiuso l’accesso da piazza Partigiani alle auto nella Ztl, esclusi i residenti. Proprio come accaduto sabato scorso. BABY MOVIDA 

Ma quello che preoccupa è la baby movida che gravita per il centro, senza troppi distanziamenti e, a volte, con qualche mascherina abbassata. Giovanissimi con tanta voglia di socialità, privati della spensieratezza delle giornate passate tra scuola e con gli amici, che alle piazze cittadine preferiscono incontrarsi e fermarsi a chiacchierare nelle vie secondarie, di cui l’acropoli è ricca. Tant’è che per tutto il pomeriggio, davanti ad alcuni locali del centro storico, sono più volte intervenute le forze dell’ordine per scoraggiare assembramenti tra i giovanissimi. «La distanza ragazzi» si è sentito ricordare dagli uomini in divisa mentre passavano in rassegna le vie della baby movida. Come in via Oberdan dove, normalmente, basta poco per formare un imbuto. Qualche persona in più in entrata o in uscita dal minimetrò o che staziona davanti alle vetrine o a fare due chiacchiere sgranocchiando un pezzo di pizza al taglio e il gioco è fatto. Cosi, gli uomini in divisa, si sono avvicinati ad un gruppo di giovanissimi chiedendogli di spostarsi, sciogliendo un vero e proprio assembramento, perché lì davanti proprio non si poteva stare. Ma come è accaduto anche in via Baglioni dove alcuni poliziotti sono entrati in un negozio chiedendo all’addetto alle vendite quale fosse il numero di persone consentito all’interno e invitando a quelli di troppo ad attendere fuori.

SUPER CONTROLLI

Un centro storico super controllato dalle forze dell’ordine. In piazza IV Novembre e in piazza della Repubblica per tutto il giorno hanno stazionato due pattuglie di polizia e carabinieri e lungo le arterie principali del centro, come corso Vannucci e le vie “parallele”, a vigilare il rispetto delle norme anti Covid c’erano tantissimi uomini in divisa, ma anche in borghese. Un centro affollato ma tutti con tanta responsabilità all’insegna di un Natale da vivere all’insegna del distanziamento. Oggi si replica.

© RIPRODUZIONE RISERVATA