Perugia, Archidiocesi e Comune
firmano un patto per i giovani

Perugia, Archidiocesi e Comune firmano un patto per i giovani
1 Minuto di Lettura
Martedì 13 Ottobre 2020, 15:41 - Ultimo aggiornamento: 15:44

PERUGIA - Un protocollo di intesa, della durata di tre anni, per favorire azioni e progetti rivolti a giovani e alle loro famiglie nell’ambito educativo, sportivo, aggregativo, di promozione sociale, culturale e di manifestazioni cittadine. A siglarlo il Comune e l’archidiocesi di Perugia-Città della Pieve con il sindaco Andrea Romizi e il cardinale Gualtiero Bassetti. L’accordo, nel dettaglio, prevede che il Comune sostenga azioni e progetti degli oratori per ampliare la rete di servizi sul territorio, con particolare riguardo ad alcune attività come aiuto-compiti, attività pomeridiane aggregative, ricreative, ludiche e di intrattenimento. Da parte sua l’archidiocesi si muoverà per favorire la realizzazione sul territorio di attività di promozione della funzione formativa, aggregativa ed educativa rivolta appunto a bambini, giovani e alle loro famiglie, ma anche all’allestimento di centri ricreativi, ludici e aggregativi a servizio della collettività. Il patto prevede anche percorsi di formazione per valorizzare risorse e competenze presenti sul territorio, supportando e qualificando l’attività oratoriale. Nell’ambito dell’accordo si terranno almeno due incontri annuali per la programmazione condivisa in base ai finanziamenti stanziati di anno in anno, per la verifica delle azioni intraprese e per la rendicontazione delle risorse. Romizi e Bassetti si sono detti soddisfatti per l’accordo che «riconosce il ruolo pedagogico e sociale degli oratori».

© RIPRODUZIONE RISERVATA