Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Perugia, abbracci «calorosi»
agli anziani per rubare le collanine

Perugia, abbracci «calorosi» agli anziani per rubare le collanine
2 Minuti di Lettura
Venerdì 14 Ottobre 2016, 17:40 - Ultimo aggiornamento: 19:53

PERUGIA – Chiede l’elemosina e con un finto abbraccio e ruba la catenina d’oro ad un 60enne. La Polizia ha arrestato una cittadina Romena di 24 anni autrice del furto di una catenina d’oro. Erano le 19 circa di mercoledì quando, in via Canali all’altezza della Chiesa Convento Oasi di Sant’Antonio, un 60enne chiamava il 113 riferendo di essere derubato. Sul posto, i poliziotti raggiungevano il richiedente il quale cercava di trattenere una donna che si divincolava. Ha raccontato di essere stato avvicinato da una giovane poco prima e che quest’ultima lo aveva seguito lungo il tragitto per recarsi a casa chiedendogli con insistenza l’elemosina. Nel farlo, la donna aveva più volte cercato il contatto fisico, cercando di abbracciare l’uomo, toccandolo in varie parti del corpo, con l’evidente intento, palesatosi a posteriori, di distrarlo. E, in un primo momento, la giovane riusciva nell’intento, tanto che la vittima le porgeva addirittura una banconota da 5 euro pur di farla allontanare non avvedendosi di nulla. Solo una volta giunto al portone di casa si rendeva conto di non avere più la catenina d’oro e, resosi conto di quanto avvenuto, si metteva alla ricerca della donna che rintracciava pochi istanti dopo all’interno del parco della Verbanella. La donna non era sola, bensì in compagnia di un altro individuo che, vedendolo, s’è dato alla fuga. I poliziotti hanno quindi proceduto quindi alla perquisizione della donna senza, tuttavia, riuscire a recuperare la catenina, verosimilmente ceduta poco prima al complice. La cittadina romena, che dai controlli effettuati risultava molto nota alle forze di polizia per vicende analoghe; per disposizione del Pubblico Ministero verrà processata oggi con il rito direttissimo.

© RIPRODUZIONE RISERVATA