CORONAVIRUS

Partorire al tempo del Coronavirus. Le neo-mamme ringraziano l'ospedale di Orvieto

Mercoledì 10 Giugno 2020

Si chiamano Alessandra, Elena, Gloria, Alessandra, Martina, Serena, Raffaella, Eleonora, Angelica. Sono le giovani neo-mamme che hanno dato alla luce i propri bambini al tempo del Covid-19 a Orvieto. E lo hanno fatto sole, senza i propri compagni accanto, in rispetto delle disposizioni anti contagio che fino a qualche settimana fa vietava la presenza dei futuri papà in sala parto.

"Il momento più bello della vita di una donna dovevamo condividerlo con noi stesse - spiegano in una lettera che hanno voluto indirizzare alla Direzione del "Santa Maria della Stella" di Orvieto e alla Usl Umbria 2 - solo noi e la forza che contraddistingue ogni mamma che per la prima volta sta per incrociare lo sguardo del suo bambino. Paura, ansia, rabbia, delusione, tristezza ci hanno accompagnato davanti a quella porta verde, poi varcata la soglia, la nostra forza interiore ha preso il sopravvento e percorrendo quel lungo corridoio ci siamo dette “da sole ce la faremo!”

"Diventare mamme nel bel mezzo di una pandemia non è stato facile - raccontano - ed è per questo che vogliamo ringraziare tutti coloro che ci hanno supportato, sopportato e soprattutto hanno reso questo momento speciale: il personale sanitario dei reparti di Ostetricia, Ginecologia e Pediatria dell’ospedale "Santa Maria della Stella" di Orvieto. A tutti i medici, le ostetriche, gli infermieri, gli operatori socio-sanitari vogliamo dire 'grazie' per non averci fatto sentire sole. Un 'grazie' anche alle ostetriche e alla psicologa del consultorio di Orvieto che hanno mostrato la loro “vicinanza” virtualmente e grazie alle quali siamo riuscite a conoscerci nell’unico giorno di corso pre-parto al quale abbiamo potuto partecipare. Abbiamo condiviso il nostro momento speciale con tutti voi."

© RIPRODUZIONE RISERVATA