CORONAVIRUS

Paolo Castellani è il nuovo presidente del Rotary Club di Terni:
passaggio della campana a suon di regole anti Covid-19.

Giovedì 2 Luglio 2020 di Aurora Provantini

TERNI Paolo Castellani è il nuovo presidente del Rotary Club di Terni. Il passaggio della campana tra Fabio Loreti, responsabile della struttura complessa di Medicina Nucleare del Santa Maria che ha governato il club ternano fino al 30 giugno e Paolo Castellani è avvenuto in tono ristretto a causa dalle regole anti Covid-19.  Paolo Castellani, 52 anni, sposato da 26 con Paola Donati e padre di due figli, è direttore commerciale per l'Umbria in Readytec, primaria società nell’ erogazione dei servizi e del software per aziende in ambito nazionale. Per Loreti è stata l’occasione per tracciare il bilancio di un anno, un programma parzialmente incompiuto per via dell'emergenza sanitaria che ha bloccato tutto.
«Vorrei ricordare -  ha detto Loreti  - il nostro impegno nell’affrontare problematiche molto attuali come quelle ambientali riguardanti il riscaldamento climatico, problematiche sociali come la diversità di genere o lo scottante tema della legittima difesa. Abbiamo organizzato incontri e forum che hanno suscitato l’interesse dei giovani. La connessione e la vicinanza del Rotary al mondo giovanile è fondamentale. Con molto dispiacere siamo stati costretti ad annullare delle importanti iniziative come il campus disabili, e la Rotary Bike che testimonia il nostro impegno al fine di favorire un turismo ecocompatibile in Valnerina. Negli ultimi mesi il nostro impegno è stato quello di mettere a disposizione le nostre risorse per le esigenze delle strutture sanitarie in prima linea nell’affrontare la pandemia. Ricordo il nostro intervento per l’acquisto di un sanificatore per le sale operatorie del Santa Maria, l’iniziativa tramite la conferenza dei presidenti umbri dei Club Rotary per l’acquisto di letti per la terapia intensiva dei quali tre sono stati destinati all’ospedale di Terni».
Ora si apre un nuovo anno. Il motto sarà «Creare opportunità» -  ha detto il neopresidente Paolo Castellani. «Paul Harris diceva che di tanto in tanto dobbiamo essere rivoluzionari ed ora è il momento di esserlo creando nuovi modelli di club e pensando nuovamente a cosa significa far parte del Rotary. Spetta a noi fare squadra per il bene supremo del service».

© RIPRODUZIONE RISERVATA