Gli effetti della pandemia,
tre storie firmate dal regista
Andrea Sbarretti

Domenica 27 Dicembre 2020 di Umberto Giangiuli
Gli effetti della pandemia, tre storie firmate dal regista Andrea Sbarretti

TERNI Dopo la  pandemia come sono cambiati gli umbri in generale e più in particolare i Ternani? A questa domanda cerca di dare una risposta Andrea Sbarretti il regista di Collestatte, un antenato cardinale, che ha già sfornato con successo film che hanno raccontato l’impegno civile e sociale della gente, andando a spulciare le storie degli abitanti di Norcia colpiti da terremoto nel film “Il lento inverno” proiettato con repliche anche al Politeama di Terni. Oltre quello sul terremoto ha anche realizzato altri film. In uno di questi ha voluto come attori i dipendenti dell’Azienda ospedaliera di Terni ottenendo un successo. Adesso arrivano 3 episodi della collana “Essere Umbri” che, secondo l’autore, rappresenta uno sguardo disincantato sulla vita degli altri e come convivono il virus del Covid-19. 
«Una vita che, malgrado tutto, - afferma il regista- rimane sempre affascinante, misteriosa e imprevedibile, perché ogni persona ha sempre una bella o brutta storia da raccontare». Si tratta, questa volta, di documentari che fotografano la realtà che stiamo vivendo, ma nessuno fa finta di vederla con i propri occhi, occupati a maneggiare cellulare o computer, cercare notizie che poi sono bufale. “Essere Umbri” racconta le emozioni che stanno scomparendo. Si tratta di una serie documentaristica con 3 nuovi episodi trasmessi da una tivù locale e che uscirà anche su Youtube. Tutti gli attori sono persone che nella vita fanno tutt’altro lavoro ed anche per questo la produzione acquista una sua particolarità. Nel primo episodio il protagonista è il ternano Alfredo Trastulli deejay di musica elettronica che viene colpito da un cancro che lo mette a terra. Ma proprio la musica e la famiglia lo salvano dalla malattia. 
Il secondo episodio va a toccare un tema spesso tabù: i films porno e gli scambi di coppia. Werther Germondari realizza film porno insieme a sua moglie Maria Laura Spagnoli. Ne parlano con estrema educazione e ci portano al Rio Grande di Amelia, sul set di un corto- erotico dal titolo “L’amore è nell’aria” che è anche il titolo dell’episodio. Il terzo ed ultimo episodio racconta la vita dell’affascinante Annalisa Reale. Circa quindici anni fa Annalisa giunge a Spoleto per un lavoro di pochi giorni e si innamora della quiete umbra. Conosce Tommaso, un uomo di qualche anno più grande di lei e lo sposa. Ora gestiscono una Azienda Agricola nelle campagne sonnacchiose di Eggi. Gli attori di questi 3 episodi sono Alfredo Trastulli, Cristian Pratofiorito, Sara Arronenzi, Werther Germondari, Maria Laura Spagnoli, Annalisa Reale, Francesco Di Palma, Tommaso Mastrolia. Le musiche sono di Cristian Pratofiorito, Maurizio Mazzoli e lo stesso Andrea Sbarretti.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA