Orvieto. Un cittadino segnala un'auto sospetta, i Carabinieri la fermano e identificano quattro pugliesi con precedenti

Orvieto. Un cittadino segnala un'auto sospetta, i Carabinieri la fermano e identificano quattro pugliesi con precedenti
di M.R.
2 Minuti di Lettura
Giovedì 29 Luglio 2021, 11:37 - Ultimo aggiornamento: 17:40

La segnalazione è arrivata alla centrale operativa dei Carabinieri di Orvieto nelle prime ore della mattinata di mercoledì 28 luglio, e arrivava da un cittadino che aveva notato la presenza, a Orvieto, sulla strada statale Umbro Casentinese, di un’autovettura sospetta con più persone a bordo che si stava spostando da Morrano verso il centro cittadino. 

Allertate dalla centrale operativa, alcune pattuglie in servizio sul territorio hanno individuato e fermato l'auto ritenuta sospetta, un’Alfa Romeo 166 di colore nero, in via Angelo Costanzi. A bordo i militari dell'Arma hanno identificato quattro persone di origine pugliese, tutte risultate al controllo in banca dati gravate da precedenti anche per reati contro il patrimonio, nei cui confronti i Carabinieri di Orvieto hanno avviato tutta una serie di accertamenti volti alla eventuale emissione nei loro confronti dei provvedimenti più opportuni.

«La vicenda in esame, oltre ad evidenziare per l’ennesima volta (qualora ve ne fosse bisogno) l’importanza delle segnalazioni da parte dei cittadini alle Forze dell’ordine - spiega il Comando Provinciale dei Carabinieri di Terni - permette di sottolineare anche la rilevanza dell’attività di controllo del territorio svolta dai Carabinieri, e dalle Forze dell’ordine in generale, che tramite i servizi di pattuglia, di perlustrazione ed i posti di controllo riescono ad acquisire informazioni ma, soprattutto, a prevenire ed eventualmente reprimere la commissione di eventuali reati. Tali servizi svolti dai Carabinieri, inoltre, nel solo anno 2021 hanno consentito ai militari della provincia di Terni di proporre alle competenti Autorità Giudiziaria ed Amministrativa l’emissione di diverse Misure di Prevenzione personale: infatti 4 persone sono state rimpatriate con “foglio di via obbligatorio” mentre per altre 9 ne è stata proposta l’emissione; 9 invece sono state le persone cui è stato notificato un “avviso orale” mentre per altre 9 ne è stata proposta l’emissione.»

© RIPRODUZIONE RISERVATA