Orvieto. Tre giorni su un albero, il gatto non scende. Ci provano tutti, ci riescono i treeclimber

Orvieto. Tre giorni su un albero, il gatto non scende. Ci provano tutti, ci riescono i treeclimber
di Monica Riccio
3 Minuti di Lettura
Venerdì 11 Giugno 2021, 13:02

Tre giorni appollaiato su un ramo, su un altissimo cedro del Libano. Molly, un bel gatto rosso chiaro, forse randagio, così chiamato da chi ha provato a farlo scendere, non ha voluto sentire ragioni e in barba a tutti i tentativi fatti per farlo scendere è rimasto lassù, probabilmente impaurito, ad osservare ciò che intanto avveniva sotto a lui. 

E' successo a Orvieto, in pieno centro storico, nel giardino della abitazione della scrittrice di gialli Alessandra Carnevali che, accortasi del gatto finito lassù, altissimo e imprendibile, ha messo su una vera e propria task force per cercare di far scendere in sicurezza il felino.

Ma i tentativi, e sono stati tanti, non hanno avuto l'effetto sperato. I Vigili del Fuoco ci hanno provato per primi e niente, non sono riusciti a raggiungere il gatto; poi ci ha provato una ditta dotata di base con braccio con cestello e niente, non è stato possibile ancorare in sicurezza la base nel giardino; poi ci ha provato un professionista con il suo drone, il dispositivo è salito fin lassù ma il gatto non si è proprio mosso, nemmeno alla vista di quell'oggetto per lui sicuramente misterioso. Intanto i giorni passavano e la paura per tutti era che il gatto potesse star male, o fosse ferito, mentre altri gatti dai tetti vicini hanno iniziato una sorta di botta e risposta a base di "miao" con lui. 

Alla fine l'idea vincente è venuta ad una signora che ha suggerito ad Alessandra di chiamare una ditta specializzata nello scalare alberi da potare laddove nessuno sa arrivare. E così sono arrivati in men che non si dica Paolo, Filippo e Giulio tre scalatori di alberi di una ditta che si occupa appunto di potatura ad altezze importanti. 

La squadra dei treeclimber è salita in tutta sicurezza e ha raggiunto il gatto, lo ha preso con sé e lo ha portato a terra dove in un attimo è corso via, sparendo tra i cespugli.

«Non sapevamo davvero più cosa fare - ha detto Alessandra Carnevali che con la famiglia ha cercato ogni possibile soluzione - poi sono arrivati questi ragazzi e tutto si è risolto. E non posso che ringraziarli, non hanno voluto alcun compenso, davvero delle brave persone che in pochissimi minuti sono saliti e hanno portato a terra il gatto che - dice sorridendo - nemmeno un grazie ci ha rivolto!»

© RIPRODUZIONE RISERVATA