Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Orvieto incidente mortale sulla 71 bis. Muore a 48 anni agente della Penitenziaria

Orvieto incidente mortale sulla 71 bis. Muore a 48 anni agente della Penitenziaria
di Monica Riccio
2 Minuti di Lettura
Martedì 24 Dicembre 2019, 18:57
Troppo gravi le condizioni in cui è giunto al "Santa Maria della Stella" di Orvieto dopo che la sua auto, una Fiat Panda, per cause ancora da chiarire si è scontrata frontalmente con una Volkswagen Polo in località San Giorgio, nella tarda mattinata di martedì 24 dicembre, vigilia di Natale.

Per Andrea Tei, 48 anni, agente di polizia penitenziaria presso la Casa di Reclusione di Orvieto, non c'è stato nulla da fare. L'uomo è morto poco dopo l'arrivo al pronto soccorso del nosocomio orvietano. L'incidente è avvenuto lungo la Strada Provinciale 71 bis che da Orvieto Scalo sale fino alla frazione di Colonnetta di Prodo, proprio lungo il tragitto de La Cronoscalata della Castellana, crono automobilistica fiore all'occhiello della città di Orvieto, gara di cui Tei era commissario di percorso e appassionato estimatore, collaboratore infaticabile della associazione diretta dal presidente Luciano Carboni che ogni anno la organizza.

Secondo quanto si è appreso - sulla dinamica del tragico incidente indagano i Carabinieri della Compagnia di Orvieto - le due auto si sarebbero scontrate frontalmente. Per liberare dalle lamiere il ferito - illeso l'altro conducente, così come la figlia e la nipote di Tei che erano con lui in macchina - è stato necessario  l'intervento dei Vigili del Fuoco di Orvieto.

La notizia della morte di Tei, persona stimata e conosciuta proprio per l'impegno nella Castellana, ha suscitato immediatamente profondo sgomento e cordoglio in tutto il mondo sportivo orvietano e nella città tutta. 
© RIPRODUZIONE RISERVATA