Nuova sfida per la crescita di via Birago, al numero 22 spazio sociale con libreria

Mercoledì 21 Aprile 2021 di Cristiana Mapelli
Nuova sfida per la crescita di via Birago, al numero 22 spazio sociale con libreria

Rigenerazione urbana unita ad una partecipazione attiva da parte degli abitanti di un quartiere difficile, ma che sembra aver ritrovato una nuova dimensione.  Un periodo positivo per la Garbatella di Perugia dove, negli ultimi mesi, si respira una certa vitalità. A partire dalla tre giorni di “via Birago & friends” che ha visto la piazza colorato del quartiere diventare paloscenico di dibattiti, eventi e musica. Ma il fermento continua anche al numero 22 di via Birago, dove oggi inaugurerà un nuovo spazio di presidio sociale: Popup, un po’ libreria, stuzzicheria ma soprattutto un angolo di incontro per i cittadini. In prima linea l’associazione perugina MenteGlocale, in collaborazione con l'associazione di quartiere CAP 06124, l'associazione Settepiani aps e il gruppo informale Defrag. Lo spazio è di proprietà di Ater Umbria assegnato nell'autunno 2020 tramite bando a una rete di associazioni: sarà una libreria indipendente incentrata su editoria illustrata per bambini, ragazzi e adulti e saggistica contemporanea, angolo caffetteria e un ventaglio di attività e servizi gratuiti per la comunità. «In questi mesi il locale è stato ristrutturato a spese delle associazioni aggiudicatarie – spiegano da MenteGlocale –. Ora, compatibilmente con le limitazioni causate dall’emergenza Covid, lo spazio si caratterizzerà come un centro culturale a 360°». 

PRESIDIO SOCIALE

Nell’ottica di una rigenerazione urbana continua, che parte dalla partecipazione attiva dei residenti e dei cittadini e dalla promozione di iniziative culturali, la piazza di via Birago si caratterizzerà come un hub sociale e culturale, con un ricco palinsesto di attività, dal portierato di quartiere alla banca del tempo, dall’aiuto compiti al gruppo di acquisto solidale. L’obiettivo è dare autonomia economica ai servizi gratuiti offerti alla cittadinanza, grazie proprio all’attività della libreria e dell’angolo caffetteria. Attività, servizi e momenti conviviali che verranno realizzati nel corso dell’anno anche all’aperto, grazie alla possibilità di utilizzare la piazza e un piccolo parco pubblico interstiziale tra i palazzi, gestito dall’associazione di quartiere CAP 06124 che raccoglie residenti e commercianti della zona.

L'obiettivo è dare autonomia economica alle proposte e ai servizi gratuiti offerti alla cittadinanza, grazie proprio all'attività della libreria e dell'angolo caffetteria. E le attività iniziano con una dichiarazione di fiducia e ottimismo, con la voglia di far parte di Popup,  tesserandosi o acquistando un libro, di un inedito progetto di rigenerazione urbana partecipata e dal basso che nasce a Perugia.  Fino al 31 maggio sarà aderire alla campagna #popfunding: (http://progettopopup.it/popfunding).

© RIPRODUZIONE RISERVATA