Normalità e ripresa a Orvieto. Tardani: «Abbiamo affrontato bene la crisi, quest'anno la sfida è la riqualificazione dell'ex caserma Piave»

Normalità e ripresa a Orvieto. Tardani: «Abbiamo affrontato bene la crisi, quest'anno la sfida è la riqualificazione dell'ex caserma Piave»
di M.R.
3 Minuti di Lettura
Mercoledì 12 Gennaio 2022, 20:02 - Ultimo aggiornamento: 20:18

Turismo, cultura, sicurezza, riqualificazioni, sanità, rifiuti, infrastrutture, personale. Tanti i temi affrontati nella conferenza stampa di fine/inizio anno della giunta Tardani che a Orvieto, come di consueto, ha voluto incontrare gli operatori della comunicazione, mercoledì 12 gennaio in modalità telematica, per fare il bilancio dell’attività svolta nel 2021 e comunicare i progetti che riguardano l'anno appena aperto. 

«Un 2022 anno di opportunità da cogliere verso la normalità e la completa ripresa - ha spiegato la sindaca Roberta Tardani - un bilancio per 2021 che è un po' un bilancio di metà mandato, un anno, quello che si chiuso, nonostante il Covid, comunque ricco di soddisfazioni e opportunità colte nel quale Orvieto, con la sua immagine, con la sua bellezza e la sua storia, è stata ovunque, grazie a una attività di promozione che non ha precedenti e che ha portato in città le produzioni cinematografiche dei film "Carla" e de "Il principe di Roma". Nel 2022 ci attende la "sfida delle sfide" ovvero la riqualificazione dell'ex caserma Piave. Dopo il finanziamento di 4,8 mln di euro, grazie a fondi Pnrr, del progetto per il Centro Politiche sociali nell’ex scuola media di Orvieto scalo, è di notizia di pochi giorni fa l'arrivo di un nuovo finanziamento di 620mila euro per la realizzazione del Museo della Ceramica a Palazzo Simoncelli. E poi nuova attenzione alla sicurezza con l'installazione di nuove telecamere e un nuovo varco in piazza Duomo. In materia di Sanità ribadiamo il nostro no all'accorpamento del Distretto di Orvieto a Terni e continueremo a monitorare quanto chiesto per il nostro ospedale cittadino. Stesso atteggiamento lo avremo in tema rifiuti - ha continuato Tardani - ribadendo il nostro no a una eventuale riprofilazione della discarica di "Le Crete". Nuove assunzioni per dare nuova linfa alla macchina comunale e riqualificazioni delle frazioni con interventi sulle strade. Tra i progetti che speriamo possano vedere l'avvio dei lavori in questo 2022 anche il secondo stralcio della Complanare. E poi riqualificazioni dei parchi giochi cittadini, dell'area dell'Albornoz.»

© RIPRODUZIONE RISERVATA