Manifestazione a Terni contro il Green Pass, in Ast la produzione non si ferma

Manifestazione a Terni contro il Green Pass, in Ast la produzione non si ferma
2 Minuti di Lettura
Venerdì 15 Ottobre 2021, 22:43 - Ultimo aggiornamento: 22:44

 In Umbria la giornata di avvio dell'obbligo del Green pass sui luoghi di lavoro è stata caratterizzata da una manifestazione di protesta, a Terni, ma non sono stati segnalati problemi particolari ed anche nelle maggiori aziende della regione i controlli si sono svolti regolarmente e gli impianti «hanno marciato». Regolari anche i trasporti pubblici. Terni alcune centinaia di persone si sono radunate in piazza della Repubblica. Ad organizzare la manifestazone di protesta, il Fronte del dissenso insieme alla Fisi (Federazione italiana sindacati intercategoriali). Secondo i manifestanti, il Green pass è «un atto illegale perché viola la Costituzione e rappresenta un sopruso intollerabile per tutti i lavoratori».

Controlli del Green pass regolarmente al via all'Ast. I lavoratori in entrata al turno delle 6 sono stati i primi a dover esibire il documento ai tornelli, dove l'azienda ha installato un dispositivo per la lettura dei Qr code. Tutto si è svolto senza problematiche. In base a quanto si apprende sia da fonti aziendali che sindacali, l'attività della fabbrica non ha al momento subito ripercussioni. Tutti i principali impianti marciano infatti normalmente. Per la presidente  della Regione Donatella Tesei la situazione è al momento «tranquilla». «Quello che voglio dire - ha proseguito - è che comunque al di là delle situazioni e posizioni personali il vaccino si sta dimostrando veramente un'arma molto potente contro il Covid e quindi rinnovo a tutti il mio invito a vaccinarsi perché questo è lo strumento più importante che abbiamo».

© RIPRODUZIONE RISERVATA