Niente accordo tra sindacati e liquidatore della Treofan. Rigettati i licenziamenti collettivi

Mercoledì 2 Dicembre 2020
Uno scorcio della Treofan

Fumata nera dopo l’incontro che si è tenuto stamattina in teleconferenza tra i sindacati nazionali, territoriali e Rsu con il liquidatore della Treofan, Ettore Del Borrello. I sindacati hanno rigettato i contenuti delle procedure di licenziamento collettivo e nel contempo, e nel contempo, come già fatto nella giornata di ieri dal Ministero dello Sviluppo Economico, hanno chiesto la continuità produttiva, tramite l'apertura della Cassa Integrazione Guadagni Speciale, che permetterà di avere tempi più congrui rispetto ai settantacinque giorni previsti dalla liquidazione. I sindacati, infine, hanno richiesto un rinvio anche per fornire nuova documentazione atta ad avvalorare le proprie tesi sull'incongruenza dei contenuti e della forma della procedura. La richiesta è ora in fase di esame da parte del liquidatore, che risponderà tra qualche giorno. All’incontro era anche presente un rappresentante della Associazione industriali di Terni.  Va ricordato che per altri settanta giorni i lavoratori della Treofan continueranno ad entrare in fabbrica anche se le linee di produzione sono completamente ferme, così come previsto dalla legge.

© RIPRODUZIONE RISERVATA