Colpito da infarto mentre beve il caffè al bar: salvato dal 118

Martedì 15 Dicembre 2020 di mass.cin.
Via Garibaldi

NARNI – Colpito da infarto mentre beve il caffè al bar. E’ successo stamattina, martedì 15 dicembre, in uno dei locali più in vista di Piazza dei Priori dove un uomo di 52 anni si è improvvisamente sentito male. L’avventore del bar, molto conosciuto in città, ha accusato un problema cardiaco perdendo i sensi e cadendo rovinosamente in terra. E’ stato salvato dal pronto intervento di un medico e di un’infermiera che gli hanno subito praticato il massaggio cardiaco. La scena è stata scioccante. A prima vista, secono alcuni clienti del locale, sembrava che non ci fosse molto da fare, ma fortunatamente non è stato così.

Il salvataggio. Gli operatori sanitari sono giunti a bordo dell’ambulanza del 118 chiamata dai proprietari del bar ed hanno prestato sul posto le primissime cure che hanno salvato la vita al malcapitato. Il 52enne è stato soccorso mentre era sdraiato a terra davanti al bar. I sanitari gli hanno tolto gli abiti ed hanno iniziato il massaggio cardiaco mentre sul posto stava arrivando anche il defibrillatore pubblico posto a fianco delle farmacie. Una volta riattivata la funzionalità cardiaca, l’uomo è stato caricato sull’autolettiga e trasportato d’urgenza all’ospedale Santa Maria di Terni dove i medici ne hanno disposto l’immediata ricovero nel reparto di cardiologia. Il 52enne è molto conosciuto soprattutto al centro storico ed è un cliente abituale del caffè dove è si è sentito male. Secondo il racconto di alcuni amici, nei giorni scorsi avrebbe accusato strani dolori e malesseri che però non gli avevano impedito di continuare la vita di tutti i giorni e l’attività lavorativa. La notizia ha fatto naturalmente subito il giro del centro storico dove già pochi giorni fa era deceduto Sandro Lunetti, poco più di 60 anni, colpito anch’egli da infarto e, come il 52enne, molto noto fra i residenti del borgo medievale anche per i suoi trascorsi nella Corsa all’Anello. L’episodio accaduto in mattinata si va a sommare alla tensione già alta a causa del covid e dei numerosi decessi che stanno interessando Narni. E’ infatti ancora forte l’emozione per la scomparsa dello sbandieratore Simone Caputo, 44 anni, e della madre, entrambi uccisi dalle conseguenze del coronavirus. 

Ultimo aggiornamento: 11:46 © RIPRODUZIONE RISERVATA