Narni, dopo trent'anni il canile diventa pubblico

Il canile pubblico del Comune di Narni è davvero una realtà: nel pomeriggio di oggi otto cani sono stati trasferiti dalla struttura privata di Moricone. Ne seguiranno alti trenta domani e così via sino a che tutti gli animali che il comune di Narni ha il compito di mantenere saranno trasferiti nella struttura di San Crispino. La regia della realizzazione è stata tutta della dirigente Lorella Sepi mentre l’assessore Silvia Tiberti ha proseguito la linea impostata sin dalla precedente giunta dal sindaco Francesco De Rebotti. Dice Silvia Tiberti: “Il posto è meraviglioso e gli animali che vi sono stati trasferiti hanno notevolmente apprezzato giocando sino a notte. Ci stiamo organizzando anche per una inaugurazione formale che vorrà essere anche l’occasione per far conoscere la struttura alla città”.

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Roma deserta, i controlli e la storia di Marta abbandonata in strada dai vigili (come in una favola)

di Pietro Piovani