Donna muore investita per salvare la sua cagnolina a Terni: anche la piccola meticcia non ce la fa

Domenica 24 Marzo 2019 di Nicoletta Gigli
E' morta per salvare la sua cagnolina che poi ugualmente è deceduta. La donna è stata presa in pieno da un'autovettura che percorreva la Valnerina a Terni il cui conducente non si sarebbe accorto della sua presenza sulla strada.

L'incidente si è verificato ieri sera, poco prima delle venti, all'altezza del bivio per Papigno. Per Morena Frittella, 70 anni, che viveva a Montefranco, purtroppo i soccorsi sono stati inutili. Il personale del 118, giunto sul posto insieme a polizia locale, carabinieri e polizia di stato, non ha potuto fare altro che constatare il decesso dell'anziana.

Il cane della vittima, una femmina meticcia, ferito e con una forte emorragia in corso, è stato preso in carico da una volontaria di un'associazione animalista e trasportato d'urgenza in una clinica veterinaria, dove è deceduto intorno alle 22.

Cosa sia accaduto negli istanti precedenti l'investimento della donna è al vaglio degli investigatori, che hanno ascoltato diversi testimoni. La certezza è che dopo l'incidente, su una piccola area di sosta lungo la Valnerina, in direzione della Cascata delle Marmore, è ancora parcheggiata la Y10 della 70enne. Con le quattro frecce inserite e lo sportello aperto. All'interno il guinzaglio del cane.

Morena Frittella, che aveva fatto una breve sosta, per cause al vaglio degli inquirenti si sarebbe vista scappare il suo cane, che ha attraversato la statale. Per recuperarlo la donna, senza pensare ai rischi che avrebbe potuto correre, si è spostata in mezzo alla strada. Una decisione che purtroppo ha preso nel momento in cui stava transitando una Subaru condotta da un giovane ternano. Il buio gli avrebbe impedito di accorgersi della presenza della donna. L'impatto è stato violentissimo e la donna è deceduta sul colpo. Sotto choc il giovane che l'ha investita, risultato negativo all'alcoltest.

Qualche istante dopo l'incidente, sulla statale Valnerina si è trovata casualmente a passare una giovane volontaria ternana. Che, pur sconvolta per la tragedia che si era appena consumata, ha deciso di prendersi cura personalmente del cane, in condizioni molto gravi.

Le procedure di legge avrebbero imposto la presa in carico dell'animale da parte dei veterinari dell'azienda sanitaria locale e il suo trasferimento a Perugia, in quanto a Terni non c'è il pronto soccorso veterinario usl. Ma la giovane volontaria, convinta che fosse necessaria una corsa contro il tempo per tentare di poterlo salvare, l'ha caricato sulla sua auto e trasportato in un ambulatorio veterinario di Terni, dove è stato ricoverato per un grave trauma cranico e toracico e deceduto un paio d'ore dopo.
  Ultimo aggiornamento: 18:08 © RIPRODUZIONE RISERVATA