Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Cacciatore muore d'infarto, il cane gli rimane accanto
fino all'arrivo dei soccorritori

Cacciatore muore d'infarto, il cane gli rimane accanto fino all'arrivo dei soccorritori
di Umberto Giangiuli
2 Minuti di Lettura
Lunedì 22 Novembre 2021, 14:37

POLINO L’infarto non gli ha lasciato scampo, il cane lo ha vegliato per diverse ore fino all’arrivo del Soccorso alpino e speologico dell’Umbria che, insieme agli operatori del 118, hanno raggiunto l’impervia località all’interno di un bosco nella frazione di Melaci a cavallo tra Buonacquisto e Polino. L’uomo Ernesto Di Salvatore di 77 anni,  nel pomeriggio di domenica si era recato nella fitta boscaglia imbracciando il suo fucile con a fianco il suo amato cane. All’improvviso si è accasciato al suolo e la bestiola  è rimasto a vegliarlo fino all’arrivo dei soccorritori che hanno dovuto faticare non poco per raggiungere il posto.  Il cane lo ha vegliato per diverse ore  e quanto i soccorritori hanno lo hanno raggiunto  ha cominciato a ringhiare, senza saperne di allontanarsi. Alla fine, però,  amorevolmente è stato convinto ad allontanarsi dal padrone, ed hanno potuto prestare i primi soccorsi ma non c’è stato niente da fare. Guido Paparelli è un abitante di Buonacquisto ed amico di Ernesto: «Di preciso non so se stava andando a caccia o ad accudire ai suoi muli. Di certo, però, il suo cane lo ha vegliato e ha tentato di non far avvicinare nessuno».  Ernesto era un persona ben voluta da tutti ed amante della caccia. Non è da escludere che l’infarto l’abbia colto proprio mentre stava salendo un pendio per scoprire la selvaggina.  Ex dipendente delle Poste era molto conosciuto in paese e non soltanto. Sul posto sono intervenuti anche i carabinieri della locale stazione – coordinati dal comandante Antonio Melchiorri – per gli accertamenti del caso. La salma è stata subito restituita ai familiari per la celebrazione del rito funebre.

© RIPRODUZIONE RISERVATA